I gironi di Champions 2017-18

di Kantor


Il commento del Prof Kantor ai sorteggi di Champions League


Come tutti gli anni per la fine di Agosto mi trovo a preparare il mio articolo sui gironi di CL. Quest’anno la partecipazione è molto qualificata almeno nei piani alti; delle prime 17 squadre nel ranking UEFA solo tre mancano all’appello: l’Arsenal (11), lo Schalke 04 (14) e il Bayer Leverkusen (16). Questo (e le nuove regole sulla prima fascia) ha fatto sì che il Napoli, che ha un ranking rispettabilissimo (17), sia finito in terza fascia; la partecipazione invece è assai meno qualitativa nelle posizioni di rincalzo, dove mancano parecchie squadre che abituamente giocano la Champions (per esempio la Dinamo Kiev). Dalla poule dei campioni dei paesi di ranking inferiore sono arrivate le sorprese, come sempre:  scontate le qualificazioni di Olympiakos (28) e Celtic (48) dagli spareggi sono uscite l’APOEL (82), il Maribor (94) e il Qarabag (106) che non avevano certo i favori del pronostico. Si nota ancora una volta come lo sforzo dell’UEFA di creare una situazione di gironi equilibrai sia stata vanificata dal sorteggio (karma’s a bitch). Ma veniamo alla composizione dei gironi:

GRUPPO A — Benfica (9), Manchester United (15), Basilea (22), Cska Mosca (52).
Lo United ha una reputazione di squadra fortunata nei sorteggi dei gironi e anche qui ha avuto vita abbastanza facile; il Benfica è una delle peggiori della prima urna, il Basilea (sebbene abbia un ranking rispettabile) non può porre troppi problemi e il CSKA ha tutti i difetti tipici delle squadre russe. Lo United non dovrebbe avere problemi a vincere il gruppo, mentre la seconda è difficile da prevedere (i miei 50 cents li metto sul CSKA).

GRUPPO B — Bayern Monaco (2), PSG (6), Anderlecht (32), Celtic Glasgow (48).
Girone abbastanza semplice questo; Bayern e PSG si giocheranno il primo posto (favorito il Bayern) e le altre due faranno da comprimarie. Terza potrebbe (e dovrebbe) arrivare l’Anderlecht.

GRUPPO C — Chelsea (10), Atletico Madrid (4), Roma (37),  Qarabag (106).
Girone non semplice per la Roma anche se l’Atletico non è più quello di una volta e il Chelsea non è partito benissimo (soliti mal di pancia contiani). Il maggior problema qui è che il valore della Roma di quest’anno è difficile da capire adesso; quindi non ci può esimere dal prevedere il passaggio di Chelsea e Atletico e la Roma comoda terza.

GRUPPO D — Juventus (5), Barca (3), Olympiakos (28), Sporting Lisbon (57).
Girone “normale” con due squadre nettamente più forti e due abbastanza abbordabili: manca la squadra materasso ma questo secondo me è un vantaggio per la Juventus. Il passaggio del turno è obbligato, il primo posto possibile: se proprio devi trovare il Barca questo non è uno degli anni peggiori.

GRUPPO E — Spartak Mosca (107), Siviglia (8), Liverpool (34), Maribor (94).
Grande fortuna del Liverpool che becca la più debole della prima urna e quasi la più debole della seconda; è obbligo considerarli i netti favoriti per la vittoria nel girone. E per quanto faccia il tifo per Carrera e lo Spartak devo per forza considerare il Siviglia come favorito per il secondo posto.

GRUPPO F — Shakhtar (18), Manchester City (12), Napoli (17), Feyenoord (89).
Al Napoli è andata abbastanza bene, visto che era in terza fascia, ma il girone nasconde qualche insidia. Il City è nettamente superiore e lo Shakhtar è una squadra di grandissima esperienza internazionale; il Feyenoord poi ha vinto la Eredivisie e non mi pare si sia indebolito. Data per scontata la vittoria del City, il Napoli ha buone possibilità di arrivare secondo, ma non sarà una passeggiata.

GRUPPO G — Monaco (29), Porto (13), Besiktas (43), RB Leipzig (122).
Questo è decisamente il girone degli “scappati di casa” (come direbbe il buon Antonio Corsa): il Monaco ha venduto parecchio (e non ha finito), il Porto è scadente, il Besiktas pure e l’RB Leipzig è la stessa squadra dell’anno scorso. Sul pronostico alzo le mani anche se il Monaco ce la dovrebbe fare a passare.

GRUPPO H — Real Madrid (1), Borussia Dortmund (7), Tottenham (20) , APOEL (82).
Un bel girone questo, con una prima fortissima e una lotta vera per il secondo posto; non sono un ammiratore nè di Pochettino nè di Bosz ma magari vengono fuori partite divertenti. I miei 50 cents stavolta sono sul Tottenham…

Questa è l’ultima CL che si gioca con questo sistema di ranking e con questa composizione delle fasce; dall’anno prossimo sarà tutto diverso. Per adesso, buona CL a tutti!

Kantor

About Kantor

Detto "il prof" (sì, è davvero un prof universitario, abbiamo controllato!). Da anni battaglia col mondo nella sua rubrica "La terra dei cachi". Lotta per le proprie idee, ma non se ne innamora. Si è invece innamorato del podcast "Il Bianco e il nero".