Pirlo

Inter-Juventus, la lezione di Conte a Pirlo

Inter-Juventus finisce 2-0 e il risultato è bugiardo. I nerazzurri hanno giocato con i bianconeri. Conte ha messo a nudo tutti le difficoltà della squadra di Pirlo. Una lezione dura, una delle peggiori prestazioni degli ultimi 10 anni. Problemi di campo che richiedono una soluzione: il tempo sta per finire. Conoscete la teoria del piano inclinato? Se mettete una pallina su un piano inclinato, questa comincia  a scendere piano piano...

Continue reading...

Come sta cambiando la Serie A?

Negli ultimi 10 anni la media di gol fatti da una squadra nella singola partita è passata da 1.30 a 1.58. In mezzo a questo cambiamento il calcio di Pirlo sembra la scelta più sensata per avere un alto ritorno sull’investimento. C’è un aspetto poco sottolineato di recente nella Serie A, un aspetto che è diventato evidente in questi due strani mezzi campionati influenzati dal Covid19 ma che affonda radici...

Continue reading...

Il secondo tempo di Juventus- Sassuolo

Se la prima frazione di gioco è stata bloccata, tranne qualche fiammata, nella ripresa la partita ha preso ritmo. Il Sassuolo non ha rinunciato alla propria organizzazione ed ha evidenziato le difficoltà della Juventus, capace di creare tanto grazie anche alla brillante prestazione di Kulusevski. “In dieci si gioca meglio”. Quante volte abbiamo sentito questa frase pronunciata da un allenatore o da qualche commentatore? Affermazione che sembra effettivamente adattarsi a...

Continue reading...

Cosa ci ha fatto vedere Kulusevski?

Quanto abbia saputo muoversi lungo tutto il fronte offensivo bianconero e quanto sia bravo nel mandare i compagni in porta. Contro il Sassuolo Dejan Kulusevski è partito dalla panchina per poi subentrare all’infortunato Dybala sul finire del primo tempo. Da lì in poi lo svedese, salvo il pessimo tiro che ha indotto i tifosi a maledire il suo piede destro, è salito in cattedra e ha consegnato al Sassuolo un...

Continue reading...

Come costruisce la Juventus di Pirlo?

Uno dei cambiamenti più radicali rispetto all’anno scorso è senza dubbio la maniera in cui la Juventus costruisce. Rispetto a Sarri, che era solito uscire con 4+1, Pirlo ha sperimentato un’ampia varietà di soluzioni, che prendono spunto da un sistema 3+2. In un calcio sempre più improntato all’intensità, e dove quasi tutte le squadre ambiscono ad una conquista alta della sfera, l’uscita palla ha assunto una rilevanza sempre più grande...

Continue reading...