• Analisi tattica

    4a Serie A: Juventus-Sassuolo 2-1

    Per quanto ci si sforzasse di azzeccare la formazione con un occhio alla Champions, tutte le attenzioni dei tifosi si sono concentrate sul pre-partita all’annuncio dell’undici titolare. In effetti, Allegri si presenta al banco di prova post-sosta con: Szczęsny; De Sciglio, Benatia, Bonucci, Alex Sandro; Khedira, Emre Can, Matuidi; Dybala, Mandžukić, Ronaldo. Un centrocampo così muscolare e al tempo stesso la rinuncia alle geometrie di Bentancur, ponevano qualche interrogativo sulla posizione e i compiti di Dybala, oltre che sulla regia nelle fasi di possesso. Tuttavia, l’infortunio patito da De Sciglio nei momenti immediatamente precedenti all’incontro ha portato in dote un 4-3-3 più lineare, dove per un esterno che svuota la…

  • Opinioni personali

    Juventus Women all’avanguardia

    In una stagione che ha visto un investimento massiccio nel calcio femminile, almeno per quanto riguarda la comunicazione e il marketing, vi sono state diverse notizie francamente positive per il movimento tutto, specialmente negli ultimi mesi. La prima, sportiva, è la conquista dello scudetto da parte della Juventus, alla prima apparizione come nuova franchigia in Serie A. La seconda, politica, è la sentenza con cui il CONI conferma la decisione del Commissario Fabbricini di affidare la gestione del movimento calcistico femminile alla FIGC, e non più alla Lega Nazionale Dilettanti (con tutto ciò che ne conseguirà). La terza, sociale, è l’aperta visione dell’omosessualità che si sta cercando di promulgare. Fatti…

  • Approfondimenti,  Gli avversari

    Prossimi avversari – Il Sassuolo di De Zerbi

    Il Sassuolo è una delle piacevoli “sorprese” di questo inizio campionato, e per quanto si potesse immaginare che i “neroverdi” avrebbero vissuto un’annata felice, un avvio così positivo, con sette punti ottenuti nelle prime tre gare, era difficilmente pronosticabile. La rapida ascesa Di Zerbi è dovuta ad un forte credo calcistico ispirato al gioco di posizione, identificabile in tutte le squadre da lui allenate. D’altronde, lui stesso si ritiene un discepolo di Pep Guardiola (dal quale ha studiato, andando a seguire i suoi allenamenti sia a Barcellona, che a Monaco di Baviera, come se fossero lezioni universitarie), l’allenatore più vincente dell’ultimo decennio, un rivoluzionario del calcio moderno. Nel suo piccolo,…

  • Approfondimenti

    Prime indicazioni dal soldato Emre Can

    Emre Can finora è stato utilizzato col contagocce da Massimiliano Allegri che gli ha concesso solo scampoli di partita nei tre match sin qui disputati. L’ex Liverpool con ogni probabilità già dal prossimo ciclo di partite troverà maggiore spazio nell’attesa della sua definitiva e stabile collocazione nello scacchiere bianconero. Come già detto su queste sponde  il tedesco potrà essere funzionale a esaltare e  a rimettere al centro del gioco Pjanić, aspetto di cui la Juventus ha estremamente bisogno. In attesa di poter osservare meglio e più a lungo il contributo di Emre Can si può già individuare qualche interessante tratto caratteristico del suo gioco che è emerso nelle sue prime…

  • Opinioni personali

    Equivoco Pjanić

    Della posizione di Miralem Pjanić si è detto e scritto molto, anche su questi lidi, ma la situazione rimane in divenire e nuovi spunti richiedono nuovo inchiostro. Partendo da una domanda in calce a questa recente analisi tattica, dove si proponeva il bosniaco a mo’ di trequartista, è interessante riesumare vecchi concetti per rispondere alla stessa domanda ma in un contesto tuttora mutevole: dove piazzare Pjanić? In maniera molto epistemologica, è forse utile ricordare le caratteristiche tecniche ed atletiche del bosniaco, per dare un quadro d’insieme di cosa sa fare cosa non può fare il nostro numero 5. Dotato di ottima tecnica individuale, Pjanić è un giocatore sui generis. Sa…