• Analisi tattica,  Opinioni personali

    Perché la Juventus d’Allegri ora gioca così

    Le avete sentite le parole d’Allegri prima della gara con l’Udinese? Ecco, nella mia testa, memore di quanto successo nel passato, anche recente, mi ero già preparato a una partita brutta tecnicamente, decisa da qualche episodio e giocata dei tanti fuoriclasse juventini. Una prestazione stile Crotone, Benevento, Spal: l’ultima prima della pausa Nazionali, l’ambiente rilassato dopo una serie di convincenti e brillanti vittorie potevano creare il contesto perfetto per un abbassamento della tensione e della qualità del gioco. Invece no, quella d’Udine è stata una prova di forza che sorprende per la straordinaria naturalezza con la quale è arrivata, dimostrando il divertimento e la passione con la quale i giocatori…

  • Opinioni personali

    Il primo tempo di Valencia

    Erano anni che non si vedeva un esordio in Europa così convincente da parte della Juventus. La prestazione col Valencia è ricca di personalità, figlia della mentalità vincente, di una durezza capace di andare oltre gli episodi più sfortunati, di un’esperienza che porta a saper gestire al meglio gli sbalzi emotivi, ma è stata soprattutto una dimostrazione della qualità dell’organizzazione della squadra di Allegri, capace di controllare tutto il primo tempo, tenendo a bada la sfuriata iniziale degli spagnoli, per poi colpire sfruttando più volte i punti deboli. I primi 45 minuti sono allo stesso tempo un punto d’arrivo e una base di partenza per la stagione che sarà: la…

  • Opinioni personali

    Equivoco Pjanić

    Della posizione di Miralem Pjanić si è detto e scritto molto, anche su questi lidi, ma la situazione rimane in divenire e nuovi spunti richiedono nuovo inchiostro. Partendo da una domanda in calce a questa recente analisi tattica, dove si proponeva il bosniaco a mo’ di trequartista, è interessante riesumare vecchi concetti per rispondere alla stessa domanda ma in un contesto tuttora mutevole: dove piazzare Pjanić? In maniera molto epistemologica, è forse utile ricordare le caratteristiche tecniche ed atletiche del bosniaco, per dare un quadro d’insieme di cosa sa fare cosa non può fare il nostro numero 5. Dotato di ottima tecnica individuale, Pjanić è un giocatore sui generis. Sa…

  • Approfondimenti

    La collocazione di Cristiano Ronaldo

    Ovvero di come Allegri potrà utilizzare Cristiano Ronaldo nella sua Juventus uello che sembrava essere soltanto una utopia poco tempo fa, cioè l’approdo di Cristiano Ronaldo in Italia, è ora invece una realtà. La Juventus ha inserito il fuoriclasse portoghese all’interno di un mercato che già l’aveva vista mettere a segno colpi importanti. All’arrivo di Mattia Perin, il club bianconero ha fatto seguire quelli dei vari Mattia Caldara, Cancelo ed Emre Can per sostituire i partenti Buffon, Lichtsteiner, Asamoah e Höwedes. La campagna acquisti bianconera sembra comunque lungi dall’essere finita, date le probabili partenze di Higuain e, forse, anche di Alex Sandro e Rugani. Detto questo, pur essendo ancora presto…

  • Opinioni personali

    Un po’ di debunking su Allegri

    di Antonio Corsa Nonostante sia primo in classifica, di nuovo in finale di Coppa Italia e qualificato ai quarti di Champions League, Massimiliano Allegri è ancora molto criticato da alcuni tifosi bianconeri, che faticano ad apprezzarlo. i è capitato spesso di leggere articoli o discussioni social e di incappare in critiche quantomeno “curiose” rivolte ad Allegri. Molte sono le stesse che leggevo già dal 16 luglio 2014, per altri invece è bastato un pareggio in una stagione da 24 vittorie su 29 partite di Campionato (per un confronto: il record è 25) per metterlo alla gogna o chiederne l’esonero. Vi propongo la mia opinione su alcune delle contestazioni più ricorrenti.…

  • Opinioni personali

    L’eccezionale normalità della forza tranquilla della Juventus

    di Davide Terruzzi La Juventus è ritornata a dare la sensazione di una forza ineluttabile. Cosa è cambiato in poche settimane? udi e crudi quali sono i numeri spesso hanno la funzione di fotografare una situazione e di rendere nitido un momento; quello della Juventus è sicuramente positivo, come testimoniano le sei partite di seguito senza subire reti, e ha consentito alla formazione d’Allegri di affrontare al meglio una prima metà di dicembre molto complicata dal punto di vista degli incontri. È la quarta stagione con il tecnico livornese alla guida dei bianconeri, quindi alcuni step ormai risultano essere chiari, pacifici, quasi fissati, ma sono le analogie con la scorsa…

  • Approfondimenti

    A che punto è Douglas Costa?

    ll processo d’integrazione del brasiliano, finora, sta procedendo nella giusta direzione.  L’azione che porta al gol di Gonzalo Higuaín contro il Napoli – in una delle migliori prestazioni stagionali della Juventus finora – è un perfetto esempio della grande qualità offensiva di cui Massimiliano Allegri dispone quest’anno. In circa 13 secondi, possiamo notare contemporaneamente tre cose: -la bravura di Douglas Costa nel saltare l’uomo e creare superiorità; -la tecnica e visione di gioco da parte di Paulo Dybala nel dettare l’ultimo passaggio; -l’ottimo primo controllo ed il tiro a seguire del Pipita. Partendo proprio dal brasiliano e dai suoi movimenti durante la transizione offensiva, è possibile comprendere il processo di…