Corto muso (Kantor)

Corto Muso 7 – Champions again5 min lettura

Come (quasi) ogni stagione scrivo per commentare i sorteggi di CL; l’edizione di quest’anno non appare particolarmente forte a livello di ranking. Il taglio per essere in seconda fascia era 21 (normale) ma soprattutto con un ranking di 51 si entrava addirittura in terza; invece la quarta fascia è di livello superiore alla media (si fa fatica ad individuare una squadra materasso, forse solo il Crvena Zvezda). Questa distribuzione rende abbastanza complesso fare pronostici, anche perchè il ranking mai come quest’anno dice poco sul valore di una squadra. Certo nelle prime due fasce il ranking rispecchia più o meno il valore effettivo, mentre nella terza e nella quarta ci sono valori abbastanza arbitrari. A parte l’Atalanta vedere il Lille e l’RB Leipzig con quel ranking fa abbastanza ridere, perchè secondo me son meglio di parecchie squadre di terza fascia. Infine, nonostante tutte le alchimie, anche quest’anno il sorteggio è riuscito a confezionare un gruppo da Europa League (precisamente il Gruppo G). Ma entriamo nei dettagli.

Gruppo A: PSG, Real Madrid, Club Brugge, Galatasaray

Solita fortuna del Real che da seconda fascia pesca un gruppo che può tranquillamente vincere. Il PSG deve ancora decidere che cosa fare da grande (e Tuchel è chiamato a fare ancora meglio), mentre il Brugge e il Galatasaray possono offrire poco al di là di una onesta partecipazione. Per il terzo posto vedo favoriti i belgi (che comunque non sono niente di che).

Gruppo B: Bayern, Tottenham, Olympiakos, Crvena Zvezda

Anche qui poco da dire; gruppo chiusissimo nel pronostico anche se l’Olympiakos qualche grattacapo lo potrebbe creare. Per il primo posto è leggermente favorito il Bayern ma non è un pronostico chiuso; terzo posto quasi scontato per i greci.

Gruppo C: Manchester City, Shaktar, Dinamo Z., Atalanta

Qui le cose si fanno più interessanti; Mancity a parte, che vincerà senza patemi, dietro è veramente complicato capire che succederà. L’Atalanta ha pescato un girone in cui arrivare terzi è sicuramente alla portata, ma anche arrivare addirittura secondi è possibile. Lo Shaktar è un frequentatore abituale della CL e presenta al solito la sua numerosissima colonia brasiliana; ma sicuramente non è una squadra granitica. La Dinamo Zagabria, al di là del ranking piuttosto alto, mi pare una squadra nettamente inferiore all’Atalanta (e inferiore anche a quasi tutte le squadre di quarta fascia). La logica dice di vedere lo Shaktar secondo e l’Atalanta terza, ma gli orobici avranno le loro chances.

Gruppo D: Juventus, Atletico Madrid, Bayer Leverkusen, Lokomotiv M.

E veniamo a noi. Certo poteva andare anche meglio, perchè l’Atletico è una squadra sempre rognosa. Tuttavia guardando le rose sia il Bayer che il Lokomotiv sono squadre diverse categorie sotto alla prime due che si giocheranno il primo posto. Onestamente sarei molto deluso se la Juventus non vincesseil gruppo; rispetto all’anno scorso ha preso giocatori molto forti e anche il cambio Cancelo/Danilo potrebbe essere più produttivo di quello che si pensa adesso. Il fatto che si stia avendo difficoltà nel mollare alcune zavorre può essere fastidioso ma non inficia il valore della rosa che è nettamente superiore a quella dell’Atletico. Inoltre il nuovo allenatore della Juventus dovrà dimostrare di essere capace di allenare a questi livelli. Poi il calcio è strano e magari becchi una partita sfortunata; il calendario potrebbe essere un fattore, perchè prevede la trasferta di Madrid come prima partita del girone. Sicuramente quella partita segnerà lo sviluppo del girone in un senso o nell’altro. Per il terzo posto vedo lievemente favorito il Bayer.

Gruppo E: Liverpool, Napoli, RB Salzburg, Genk

Ottimo sorteggio per Napoli che se la dovrà vedere coi campioni uscenti ma in compenso non dovrebbe avere problemi con le altre due squadre del girone. Il Salzburg forse può presentare qualche insidia, ma Ancelotti è un allenatore troppo esperto per uscire in un gruppo del genere. Per il terzo posto credo più nel Salzburg.

Gruppo F: Barca, BVB, Inter, Slavia Praha

E’ andata invece piuttosto male all’Inter che si è beccata un gruppo quasi impossibile: per pensare di fare più punti di Barca o BVB con la rosa che ha l’Inter e (diciamolo chiaramente) con le idee tattiche di Conte occorre un ottimismo sfrenato. Tuttavia la quarta è molto debole e l’Inter non dovrebbe avere difficoltà nel piazzarsi al terzo posto.

Gruppo G: Zenit, Benfica, Lyon, RC Leipzig

E questo è il solito gruppo molto molto debole che non si riesce mai ad evitare. Lo Zenit, come tutte le squadre russe, è affidabile come il tempo di Marzo e più sciagurata dell’Egidio di manzoniana memoria. Il Benfica non è spregevole ma sicuramente non è uno squadrone. Il Lyon ha dei buoni giocatori e un allenatore competente, ma è tutto fuori che una squadra dominante. Alla fine potrebbe veramente godere il quarto, ovvero l’RB Leipzig (miglior squadra della quarta fascia per dispersione); Nagelsmann ha veramente un’enorme occasione per passare da tipico nerd di scuola tedesca ad allenatore di successo internazionale. Mio pronostico: RB Leipzig, Benfica, Lyon, Zenit nell’ordine.

Gruppo H: Chelsea, Ajax, Valencia, Lille

Anche questo è un gruppo che non fa brillare gli occhi ma mi voglio sbilanciare: il Lille potrebbe essere la sorpresa di questi gironi (così come lo è stata l’anno scorso in Ligue 1). Le altre squadre o sono nel casino più totale come il Valencia (almeno così mi dice l’amico Jacopo Azzolini, il nostro esperto di Liga) o sono orfane di qualcosa. Il Chelsea di un allenatore (senza offesa per Frankie Lampard, giocatore sublime) e l’Ajax dei due giocatori (de Ligt e de Jong) che gli hanno permesso di raggiungere una semifinale insperata l’anno scorso. Il pronostico è difficilissimo ma il Valencia lo vedo male male e per me va fuori. Assegnare gli altri tre posti è un esercizio molto difficile, ma ci provo: Chelsea, Lille, Ajax nell’ordine.

Buona CL a tutti!

Ti suggeriamo anche
Io amo il mio lavoro, non farei altro nella vita. E a volte l'amore viene
Alla fine è successo; nonostante tutte le speranze, le imprecazioni, le recriminazioni e le maledizioni
In attesa che la Juventus si decida finalmente a comunicare il nome del nuovo allenatore,
Max Allegri mi mancherà. Nella mia lunga vita solo una volta sono stato una vedova
Kantor

Redattore indipendente, prof universitario, Allegriano. Da anni punge nella sua rubrica "La terra dei cachi" (ora rinominata "Corto Muso"). Ha condotto per quattro stagioni "Il Bianco e il nero" e ora conduce "Side by Side".