Guida alla nuova Women’s Champions League

Il 2 luglio si è svolto il primo atto ufficiale della nuova Women’s Champions League 21/22 con il sorteggio del primo turno. Vediamo più in dettaglio come funziona il nuovo format della manifestazione, dal 1 turno (le prime partite si sono giocate già ieri) alla finale di Torino, il 22 maggio 2022.


Uno degli ultimi fotogrammi della Champions league 20/21 è un’immagine diversa dagli ultimi 5 anni: sul palco con il trofeo fra le mani non c’è il capitano del Lione, Wendie Renard, ma quello del Barcellona, Vicky Losada, che alza per la prima volta nella storia delle blaugrana, la Women’s Champions League: il club spagnolo diventa così la prima società nella storia a vincere la Champions sia con gli uomini sia con le donne.

Quest’anno il Barcellona, dopo un’estate in cui molte top player hanno cambiato casacca, sarà dunque chiamato a difendere il titolo europeo che verrà assegnato attraverso un nuovo meccanismo: la novità più grande è l’introduzione dei gironi come nel torneo maschile che sostituiscono di fatto i sedicesimi e gli ottavi di finale.

Sarà tutto “nuovo”: l’inno, il logo con più partite, più spettacolo e maggiori introiti per le squadre partecipanti ma anche alle stesse federazioni, in linea con le strategie della Uefa (e Fifa) di puntare sempre di più nello sviluppo del calcio femminile.

Bisogna sottolineare che ci sarà un nuovo sistema di contribuiti per ogni nazione in base al cammino delle proprie squadre: per esempio, se Milan e Juve riuscissero ad arrivare alle fase finali del torneo, una bella fetta di denaro arriverebbe dalla Uefa alla Figc per poi essere ridistribuita a tutte le squadre partecipanti al campionato.

L’unica cosa che resterà della vecchia Champions, oltre al trofeo, sarà il fascino della competizione più importante del mondo per club in cui saranno impegnate quasi tutte le giocatrici attualmente più forti del mondo.

Sotto l’aspetto economico, è di pochi mesi fa l’ufficialità della vendita collettiva dei diritti Tv ad un broadcaster, ovvero DAZN, che trasmetterà tutte le partite della nuova Champions dalla Fase a gironi alla finale, fino al 2025. Nei primi due anni (fino a giugno 2023) per godersi le partite non servirà l’abbonamento ma saranno visibili anche in chiaro attraverso il canale YouTube dedicato.

La nuova formula, studiata e presentata oltre un anno fa, vedrà protagoniste 72 squadre di 50 federazioni diverse che si batteranno per raggiungere la finale del 22 maggio che si giocherà in Italia (seconda volta nella storia dopo la finale del 2016 disputata Reggio Emilia): teatro dell’occasione l’Allianz Stadium.

Ma vediamo più in dettaglio come funziona.

Il primo atto ufficiale del nuovo torneo, come detto, si è svolto venerdì 2 luglio quando sono stati sorteggiati gli incontri del primo turno che vedranno subito protagoniste le nostre due italiane, la Juve di Joe Montemurro ed il Milan di Maurizio Ganz.

In questo primo turno parteciperanno (gare il 18 ed il 21 agosto) in totale 59 delle 72 iscritte, divise in due percorsi distinti: il PERCORSO CAMPIONI (43 squadre) ed il PERCORSO PIAZZATE (16 squadre).

Nel primo (campioni) ci sono le vincitrici dei campionati nazionali delle federazioni dall’8° al 50° posto del ranking Uefa per federazioni mentre nel secondo (piazzate) le squadre arrivate seconde del 7° al 16° posto e le terze delle prime 6 federazioni del ranking.

Le altre 13 iscritte alla Champions entreranno in gioco in un secondo momento ovvero 3 nel secondo turno del percorso campioni, 6 nel secondo turno del percorso piazzate mentre 4 sono le squadre che salteranno i primi due turni e che sono già qualificate alla fase ai gironi (le 3 vincitrici del proprio torneo nazionale con il ranking delle federazioni più alto e la vincitrice della scorsa Champions League).

PERCORSO CAMPIONI

Questo è il percorso che ci interessa più da vicino perché vedrà protagoniste le Juventus Women.

In questa prima fase si formeranno 10 gruppi da 4 squadre ed un gruppo da 3 con le squadre vincitrici del proprio campionato le cui federazioni hanno un posto nel ranking dall’8 posto in poi.

La squadra bianconera, testa di serie per questo primo turno, è stata sorteggiata nel gruppo 8 insieme ad un’altra testa di serie, le austriache del St. Paulten e due squadre non testa di serie, Kamenica Sasa (Macedonia) e Besiktas (Turchia).

Tutte le partite del primo turno saranno gare secche e giocate in sede unica (tutte le partite del gruppo della Juve si giocheranno a Vinovo). Le bianconere saranno quindi impegnate il 18 agosto contro le macedoni (ore 15); in caso di vittoria se la vedranno contro la vincente dell’altra semifinale (finale 21 agosto alle ore 21).
La vincente della finale accederà al secondo turno.

Alle 11 qualificate si aggiungo i 3 campioni delle squadre dal 5 all’8 posto del ranking per federazioni che saranno sorteggiate (dividendo le 14 squadre in 7 teste di serie e 7 non teste di serie in base al proprio ranking) fra loro in 7 match di andata e ritorno (31 agosto/1 settembre l’andata, 8/9 settembre il ritorno).

Le 7 vincitrici si qualificheranno alla fasi a gironi.

PERCORSO PIAZZATE

Questo è il percorso che interessa il Milan, giunto secondo in campionato e al debutto in champions.
Le date del primo e del secondo turno corrispondono al percorso campioni.

Nella prima fase partecipano 16 squadre: le seconde classificate delle federazioni dal 7° al 16° posto nel ranking e le 6 terze dei tornei dal 1° al 6° posto del ranking Uefa per federazioni.

Come in precedenza, vengono divise in 4 gruppi da 4 squadre con 2 teste di serie e due non teste di serie con gare secche di semifinale e finale con le gare in casa delle squadre con il ranking più alto.

Alle 4 vincenti e qualificate alla seconda fare, si aggiungeranno le 6 squadre classificate seconde nei campionati dal 1° al 6° posto nel ranking.

Queste 10 squadre verranno sorteggiate (divise in base al proprio ranking in teste di serie e non) in 5 match con andata e ritorno.

Le 5 vincitrici andranno a completare il quadro delle partecipanti alla fase a gironi.

DAI GIRONI ALLA FINALE

Le 16 squadre verranno divise in 4 gruppi da 4 squadre dopo essere state divise in fasce in base al ranking, proprio come succedere nella Champion’s maschile.
Il sorteggio avverrà il 13 settembre mentre la prima giornata si giocherà fra il 5 ed il 6 ottobre (2°giornata 13/14 ottobre, 3°giornata 9/10 novembre, 4°giornata 17/18 novembre, 5°giornata 8/9 dicembre e 6°giornata 15/16 dicembre).

Ogni squadra giocherà 6 partire (3 in casa e 3 in trasferta) e si qualificheranno per la fase finale le prime 2 di ogni girone.

Il 20 dicembre sarà sorteggiato il tabellone finale di quarti e semifinali che si giocheranno andata e ritorno fra fine marzo (quarti) e fine aprile (semifinali).

Domenica 22 maggio andrà in scena l’ultimo atto di questa competizione, la finale a Torino, all’ Allianz Stadium in gara unica.

Hai trovato l'articolo ben scritto?

Se lo hai letto, clicca sulle stelle per votare.

Media voti 4.8 / 5. Conteggio voti: 8

Nessuna votazione finora. Vota per primo!

--------------------------------------------------------------------------

Per AterAlbus si occupa principalmente di calcio femminile e in particolare delle Juventus Women. Scrive articoli e partecipa al podcast “Giovani e donne”.