Approfondimenti

Numeri da Playstation

4 min lettura

Il 28 settembre è il giorno dell’uscita ufficiale di FIFA 19, ultima versione del popolarissimo videogioco della EA Sports che, con le sue release annuali e continue evoluzioni, accompagna gli appassionati da generazioni. Ogni anno, oltre alla squadre aggiornate alla stagione in corso, il gioco propone innovazioni dal punto di vista della giocabilità e della grafica, l’aggiunta o il miglioramento delle modalità di gioco proposte, la comparsa di brand i cui diritti sono stati acquistati solo nel corso dell’ultimo anno. FIFA 19 sarà più ricco rispetto al suo precedessore grazie a una serie di nuove feature tecniche che lasciamo commentare a canali più esperti in materia, ma sarà anche la prima edizione del gioco in cui comparirà in tutto il suo splendore la Champions League, con la patch sulla spalla dei giocatori, la musica a inizio partita e tutti quei dettagli che fanno sognare gli appassionati di football di tutto il mondo.

Qual è la novità che impatta in maniera rilevante la Juventus nel nuovo FIFA? Semplice.

via GIPHY

Il primo giocatore inquadrato nel trailer di FIFA 19 è un aggressivo Cristiano Ronaldo in maglia bianconera che si avvia verso lo schermo prima di scagliare un tiro potentissimo, e pochi secondi dopo appare Dybala, che segue a Neymar e De Bruyne nel trio di star in cui si immedesima un’appassionata gamer. Se la presenza in prima linea di CR7 e Dybala tra le star di punta del trailer ufficiale non dovesse bastare, il tifoso juventino nel guardare questo video può sorridere di fronte alla frecciatina tirata a Ronaldo Nazário da uno dei gamer («This icon played for years without winning the Champions League. But I’ve won it. Twice.») e godersi anche la presenza di Del Piero, qui opinionista televisivo che si prepara a commentare la finale di Champions League insieme a Gerrard.

Proprio Del Piero fu l’ultimo giocatore bianconero a comparire sulla versione internazionale della copertina di FIFA, più precisamente nel 2004. Infatti, mentre per alcuni anni si è fatta la scelta di differenziare le copertine per paese, accompagnando un giocatore del campionato locale alla star di punta del videogioco (sulle versioni italiane vediamo allora comparire Chiellini nel 2010/2011 e Marchisio nel 2013), la Juventus era assente da 15 anni sulle copertine internazionali e si ritrova ora a campeggiare incontrastata su una copertina che presenta un unico giocatore, in seguito a un cambio grafico che ha fatto il giro dei social quest’estate.

What’s your fav? Like per Ronaldo in maglia blanca, cuore per Ronaldo in maglia Juve.

Oltre a essere l’uomo immagine di FIFA (per il secondo anno consecutivo), Ronaldo è anche il giocatore con il rating più alto, quel 94 che lui stesso corregge a 100 in uno degli spot pubblicati per il lancio del videogioco. Tra i vantaggi di avere una star planetaria in squadra, c’è il fatto che molti più gamer vorranno scegliere la Juve per affrontare gli amici a colpi di joystick. L’«effetto Ronaldo» di cui tanto si è parlato farà dunque il suo dovere rinforzando la Juventus anche nel mondo degli e-Sport e, mentre gli juventini ancora faticano a credere che il campione portoghese vesta ormai di bianconero, migliaia di gamer in tutto il mondo sono pronti a indossare virtualmente le strisce della Vecchia Signora per segnare ed esultare con il suo numero 7. Ma non c’è solo Ronaldo: nella top 100 dei rating, accessibile anche sul canale Instagram di EA Sports, compaiono numerosi bianconeri, tra cui Bonucci, Pjanić e Dybala, quest’ultimo scelto anche come testimonial nelle grafiche principali della sezione Ultimate Team, insieme ai sopracitati Neymar e De Bruyne. Che la squadra fosse forte anche prima lo sapevamo sia noi sia la EA Sports, in quanto il rating complessivo della Juventus era molto alto anche l’anno scorso, ma la marcia in più innescata con l’arrivo di Ronaldo è innegabile anche quando si parla di videogiochi: apettiamoci dunque di veder presto comparire la Juventus in articoli e video che suggeriscono le squadre più divertenti e forti da scegliere a FIFA e prepariamoci ad accogliere una schiera di simpatizzanti che finiranno per seguire la squadra reale dopo esservisi affezionati grazie al videogioco.

«Sempre più persone arrivano al calcio attraverso FIFA e non il contrario: in un sondaggio del 2014 ESPN ha riscontrato che il 34% di tifosi statunitensi hanno iniziato a guardare il calcio grazie a FIFA», si leggeva in un articolo interessante sull’intersezione tra calcio vero e FIFA uscito circa un anno fa su Ultimo Uomo, e agli aspetti legati alla comunicazione e al fatto che i giocatori stessi si relazionino in maniera sempre più stretta con il loro alter ego virtuale e con gli skills da videogioco possiamo aggiungere qualche numero per evidenziare in maniera ancora più solida quale sia la portata economica dell’uscita di un gioco come FIFA 19.

Osservando i dati di vendita di FIFA 18 per PS4 su vgchartz.com, si può notare come l’immediato predecessore di FIFA 19, unico gioco di sport presente nelle prime dieci posizioni, sia rimasto in classifica per 46 settimane e sia tutt’ora nella TOP 10 nonostante sia praticamente prossimo all’obsolescenza. FIFA 18 per PS4 è il quarto gioco in assoluto per vendite tra i titoli presenti in TOP 100, dove cede il passo solo a classici capaci forse di parlare a un bacino di gamer più ampio (GTA V, Call of Duty: WWII e Mario Kart per 3DS).

Alle vendite impressionanti di FIFA 18 su PS4 (che vedono l’Europa come mercato principale, con più di 8.5 milioni di copie vendute) si aggiungono le vendite del titolo per altre piattaforme, con l’XboX one a fare da second best con 3.07 milioni.

Numeri esaltanti, che fanno ben sperare per l’imminente uscita di FIFA 19, soprattutto se si pensa che le vendite di ogni nuovo  FIFA tendono a superare quelle della versione precedente del gioco, e che quest’anno c’è l’introduzione del brand della Champions League come ulteriore incentivo a equipaggiarsi della release più recente.

I fan di FIFA sono quindi ovunque e numerosissimi e da quest’anno la Juventus sarà una delle loro prime scelte per sfidare gli amici: questa è un’ottima notizia per il brand Juve e per la sua immagine commerciale a livello globale ed è evidentemente un altro effetto collaterale dell’aumento di visibilità dato alla squadra bianconera dall’arrivo di CR7.

Elena Chiara Mitrani

Già editrice presso Juventibus, ha scritto di calcio su Unusual Efforts, Crampi Sportivi e Rivista Undici.