• Approfondimenti,  Opinioni personali

    Lavagnetta tattica: focus Dybala

    Il risultato non deve mai far dimenticare l’analisi, e certamente non può far sì che la nostra curiosità rimanga insoddisfatta. Per questi motivi è importante sottolineare che la Juventus vista contro l’Inter è una squadra perfettibile, in molti se non tutti gli aspetti del gioco, ed è nostro esercizio scavare per portare tali aspetti alla luce. La Juventus ha complessivamente giocato col freno a mano tirato, e al netto di alcune ottime prestazioni individuali – Bentancur, Cancelo, Chiellini – l’armonia generare ha risentito di qualche imperfezione. Uno degli strumenti meno accordati al contesto è stato Paulo Dybala, la cui performance ha fatto inarcare più d’un sopracciglio. Ed effettivamente l’argentino non…

  • Analisi tattica,  Approfondimenti

    La Juve, la rifinitura e il chiudere le partite

    L’unica finora sconfitta stagionale, quella rocambolesca col Manchester United, è stata vissuta dallo spogliatoio bianconero come una grande lezione da fare propria, un’esperienza negativa sulla cui base costruire delle analisi per comprendere i propri errori e correggere questi difetti. Le stesse parole di capitan Chiellini hanno evidenziato il manifestarsi di difficoltà nella rifinitura, un fattore, non l’unico, che non ha finora consentito alla Juventus di vivere con maggiore tranquillità i minuti finali delle partite. La squadra d’Allegri non chiude le gare, una considerazione che emerge e prende forza valutando due dati statistici: come fatto notare da Antonio Corsa su Twitter, nelle 12 partite di campionato, e quindi su 1080′, i…

  • Approfondimenti

    Bentancur in divenire

    In un calcio sempre più sofisticato tatticamente, in cui i sistemi difensivi e di pressing stanno raggiungendo vette mai esplorate prima per intensità ed organizzazione collettiva, il ruolo del centrocampista richiede sempre più competenze. Ormai, la sola tecnica e la specializzazione in un ruolo non bastano più, ed i pensatori polifunzionali stanno dominando il calcio moderno attraverso il controllo imperituro che riescono ad esercitare su qualsiasi contesto, grazie ad una vasta gamma di soluzioni a propria disposizione. Quando le strategie di squadra falliscono, devono essere loro a prendere in mano le redini del gioco e scardinare le difficoltà che incontrano. È da come reagiscono ai problemi, che si differenziano i fuoriclasse…

  • Approfondimenti,  Opinioni personali

    Inter-Genoa, i cori anti Napoli, il velo d’ipocrisia e le sanzioni difformi

    Sabato 3 novembre allo stadio San Siro si è giocata Inter-Genoa. La vittoria dei nerazzurri non è mai stata in discussione con la squadra di Spalletti che resta al secondo posto in compagnia del Napoli ed è attualmente a sei punti dalla Juventus prima in classifica. Nelle ore successive, e il giorno dopo, le polemiche sui social e sui media si sono principalmente soffermate sul presunto fuorigioco in occasione della prima rete di Gagliardini ripetendo quello che è un classico italiano in cui si parla assai poco di calcio giocato e moltissimo, troppo, di moviole. In pochi hanno invece evidenziato quanto accaduto attorno al ventitreesimo minuto del primo tempo, quando…

  • Approfondimenti

    La simbiosi tra Leonardo Bonucci e la Juventus

    L’acquisto di Bonucci ha scosso un po’ tutto l’ambiente juventino. Tra chi considera l’azzurro un traditore, e chi ne ha accettato il ritorno senza problemi, si percepisce un senso di disagio, causato probabilmente dall’apparente e spesso forzata indifferenza (non necessariamente una cosa negativa) generale nei confronti del numero 19. Tuttavia, in campo, la differenza tra la Juventus con e senza Bonucci si è (ri)dimostrata notevole, e l’inizio di stagione ne ha certificato l’importanza. Nelle dodici gare disputate finora, il difensore viterbese ha mostrato in primis i noti pregi, e in secundis gli altrettanto rinomati difetti. Difetti che sono stati però ingigantiti in seguito a presunti errori, spesso giudicati più con il sentimento…

  • Approfondimenti

    Il centrocampo, Allegri, l’Europa

    La Juventus che batte il Manchester scava un ulteriore solco tra sé e il resto del girone e, per esteso, lancia un messaggio all’élite europea. E lo fa attraverso una maniera nuova di giocare, attraverso un nuovo corso tattico che abbiamo decantato entusiasticamente. All’interno di questo canovaccio, Allegri rimane esempio illustre delle capacità di adattarsi ad avversario e partita, e non rinuncia a piccole variazioni e accorgimenti in grado di indirizzare la partita. La lettura delle formazioni di ieri sera all’Old Trafford aveva offerto poche sorprese a centrocampo per gli ospiti: complici gli infortuni dei tedeschi Can e Khedira, il tecnico livornese aveva scelte obbligate qualora avesse voluto – come…

  • Approfondimenti,  Opinioni personali

    Dai piedi di Szczęsny

    Abbiamo parlato diffusamente e con gioia del nuovo corso tecnico e tattico della capolista. Ma della Juventus che ha abbracciato i nuovi principi di gioco di quest’inizio di stagione, Wojciech Szczęsny è forse il protagonista più silenzioso. Un po’ per indole personale, un po’ per il ruolo, il portiere polacco è stato tralasciato dai più quando si è parlato del nuovo corso tecnico, ma si è comunque reso protagonista del rinnovamento della squadra. Quando Szczęsny sbarcò a Torino per quella stagione di transizione all’ombra di Buffon, lo descrivemmo come un portiere dalle buone capacità tecniche palla al piede, e prevedemmo un contributo maggiore della sua posizione alla fase di impostazione.…