• Analisi tattica,  Opinioni personali

    Perché la Juventus d’Allegri ora gioca così

    Le avete sentite le parole d’Allegri prima della gara con l’Udinese? Ecco, nella mia testa, memore di quanto successo nel passato, anche recente, mi ero già preparato a una partita brutta tecnicamente, decisa da qualche episodio e giocata dei tanti fuoriclasse juventini. Una prestazione stile Crotone, Benevento, Spal: l’ultima prima della pausa Nazionali, l’ambiente rilassato dopo una serie di convincenti e brillanti vittorie potevano creare il contesto perfetto per un abbassamento della tensione e della qualità del gioco. Invece no, quella d’Udine è stata una prova di forza che sorprende per la straordinaria naturalezza con la quale è arrivata, dimostrando il divertimento e la passione con la quale i giocatori…

  • Analisi tattica

    Serie A, 7a giornata: Juventus – Napoli 3-1

    La 7a giornata di questo campionato pone di fronte le due squadre che l’anno scorso hanno battagliato per la conquista del tricolore: Juventus e Napoli. Teatro del match è lo stesso Juventus Stadium che sul finire del mese di Aprile era stato letteralmente ammutolito dal colpo di testa Koulibaly, poi ininfluente in verità sul risultato finale del campionato. Nella stagione 2018-2019 Juventus e Napoli sono ancora le due squadre leader della classifica nonostante le modifiche nella rosa bianconera e il cambio alla guida tecnica dei partenopei. La squadra di Massimiliano Allegri si presenta a questo scontro al vertice senza sapere cosa voglia dire non vincere. Tra Italia ed Europa i…

  • Analisi tattica

    4a Serie A: Juventus-Sassuolo 2-1

    Per quanto ci si sforzasse di azzeccare la formazione con un occhio alla Champions, tutte le attenzioni dei tifosi si sono concentrate sul pre-partita all’annuncio dell’undici titolare. In effetti, Allegri si presenta al banco di prova post-sosta con: Szczęsny; De Sciglio, Benatia, Bonucci, Alex Sandro; Khedira, Emre Can, Matuidi; Dybala, Mandžukić, Ronaldo. Un centrocampo così muscolare e al tempo stesso la rinuncia alle geometrie di Bentancur, ponevano qualche interrogativo sulla posizione e i compiti di Dybala, oltre che sulla regia nelle fasi di possesso. Tuttavia, l’infortunio patito da De Sciglio nei momenti immediatamente precedenti all’incontro ha portato in dote un 4-3-3 più lineare, dove per un esterno che svuota la…

  • Analisi tattica

    Serie A, 3a giornata: Parma – Juventus 1-2

    Tra una battuta e l’altra Massimiliano Allegri è stato chiarissimo in conferenza stampa: da Parma bisogna uscire con i tre punti. La Juventus, dopo due vittorie molto diverse tra loro contro Chievo e Lazio, cerca il terzo successo consecutivo al “Tardini” per poter poi rifiatare a bottino pieno durante la sosta nazionali. Poi si potrà  preparare con il giusto clima un ciclo di numerose partite tra Serie A e Champions League, il cui sorteggio ci farà incrociare Valencia, Manchester United e Young Boys. Il Parma, reduce da tre promozioni consecutive dopo il fallimento nel 2015 che l’ha riportata in Serie D, giunge a questo match dopo aver racimolato un solo…

  • Analisi tattica

    Serie A, 1a giornata: Chievo-Juventus 2-3

    Attesa. Euforia. Estasi. Ansia. Quando il campionato riparte, e con esso purtroppo i veleni e le polemiche, il sentimento di qualsiasi tifoso è paragonabile a quello dei protagonisti ritratti da Giacomo Leopardi ne Il sabato del villaggio; la gioia pervade gli animi, si pregusta la sensazione di entusiasmo che la stagione potrebbe portare. Ovviamente, nessuno juventino vuole sposare la visione leopardiana del mondo, secondo cui il godimento umano si manifesta nell’attesa di una gioia irraggiungibile ed è quindi un’illusione effimera, augurandosi che il piacere possa manifestarsi ed essere pienamente gustato a giugno, come successo negli ultimi sette anni, con l’aggiunta di quella Champions League ormai obiettivo fissato. Il calciomercato della…

  • Analisi tattica

    Coppa Italia, Finale: Juventus Milan 4-0

    La Juventus gioca un’ottima partita contro un Milan che ha retto un tempo e poi è stato affossato da un avversario più forte e dagli errori dei singoli. Quarta coppa Italia consecutiva, sempre più nella storia opo ormai avere messo in cassaforte lo scudetto con la vittoria contro il Bologna e il successivo pareggio del Napoli contro il Torino la Juventus in quel di Roma si gioca l’ultimo trofeo ancora disponibile di questa stagione: la Coppa Italia.  È la quarta finale consecutiva in quattro anni di gestione a firma Massimiliano Allegri e quindi per la quarta volta di fila i bianconeri hanno la possibilità di mettere il segno il “double”.…