• Analisi tattica

    35a Serie A: Inter-Juventus 2-3

    di Andrea Lapegna Nella partita da vincere a tutti costi per entrambe le squadre, vince quella che ne aveva più necessità. opo lo shock psicologico e di classifica della sconfitta interna contro il Napoli, la Juventus arriva al big match di cartello della trentacinquesima giornata con il morale in altalena. Se la vittoria rimane un obiettivo ineluttabile, Allegri ha voluto controbilanciare il peso emotivo della partita chiedendo “spensieratezza”. Proprio la leggerezza e la mente libera sono forse gli ingredienti mancati nello scontro scudetto settimana scorsa, e al tempo stesso in molti ritengono che la Juventus giochi meglio senza pensieri – vedasi la gara di Madrid. La spensieratezza si traduce così…

  • Analisi tattica

    33a Serie A: Crotone Juventus 1-1

    di Luca Rossi  La Juventus cerca di giocare a marce ridottissime ma non riesce a portare a casa i tre punti per via di un atteggiamento supponente e arrogante. Lo scontro diretto all’Allianz Stadium ora diventa più importante opo la convincente prestazione e vittoria contro la Sampdoria la Juventus deve proseguire la sua marcia verso il settimo scudetto consecutivo contro il Crotone, squadra in piena disperata lotta salvezza. Questo match è l’ultimo prima dello scontro diretto di Domenica contro il Napoli all’Allianz Stadium, quindi una vittoria consentirebbe di arrivare a un solido più 6 allo scontro diretto. Allegri rivoluziona la formazione rispetto allo schieramento visto contro i blucerchiati: Szczęsny tra…

  • Analisi tattica

    32a Serie A: Juventus-Sampdoria 3-0

    di Charles Onwuakpa L’ingresso di Douglas Costa ha spaccato la partita, consegnando alla Juventus tre punti d’oro in chiave Scudetto. La Juventus ha archiviato la delusione di Madrid grazie al prezioso successo interno contro i doriani. In un primo tempo non brillantissimo nella fase offensiva, l’ingresso di Douglas Costa ha suonato la carica ai bianconeri che sono saliti in cattedra e hanno aumentato i ritmi nella ripresa, gestendo piuttosto bene i momenti della gara ed affondando i colpi con raziocinio (i gol sono stati perfettamente divisi tra il 45′ e il 75′). Le formazioni Massimiliano Allegri ha effettuato 5 cambi rispetto all’undici sceso in campo mercoledì sera, ma ha comunque…

  • Analisi tattica

    Champions League, ritorno quarti di finale: Real Madrid-Juventus 1-3

    di Andrea Lapegna Solo un episodio all’ultimo respiro toglie alla Juventus la gioia di una rimonta tanto insperata quanto meritata. essuno, nella storia della coppa dalle grandi orecchie, è mai riuscito a recuperare uno svantaggio di tre reti maturato nella partita d’andata tra le mura amiche. L’epica di queste rimonte nella moderna Champions League è circoscritta a tre soli eventi, tutti verificatisi con il ritorno in casa. La Coruña, Barcellona, Roma l’altro ieri. Nessuno è mai riuscito a farlo in trasferta, nessuno si è mai nemmeno sognato di provarci al Santiago Bernabéu. L’impresa alla quale era chiamata la Juventus era troppo, troppo difficile. Al netto di rinnovate e usuranti speranze,…

  • Analisi tattica

    Champions League, quarti d’andata: Juventus Real Madrid 0-3

    di Luca Rossi  La Juventus gioca una buona partita ma non è sufficiente contro una squadra letale nei momenti cruciali e un Cristiano Ronaldo troppo superiore. L’espulsione di Dybala spegne ogni lumicino di speranza Europa che conta bussa inesorabilmente ai cancelli dell’Allianz Stadium e lo fa con la squadra più prestigiosa: il Real Madrid di Zidane. Gli spagnoli sono rimasti in corsa solo per la Champions League dopo una prima parte di stagione largamente deludente in cui è parso appannato in particolare Cristiano Ronaldo. Il portoghese però da inizio Febbraio ha inanellato una serie di prestazioni esaltanti condite da una capacità realizzativa paurosa. Nei giorni precedenti al match si è…