• Opinioni personali

    Cristiano Ronaldo non è un calciatore della Juventus

    Perché non stiamo ancora scendendo a patti con la realtà di Cristiano Ronaldo in bianconero e ore surreali che separarono la partenza del charter di Andrea Agnelli dagli annunci ufficiali erano talmente imbevute di assurdità da risultare stranianti. Un po’ come per eventi cataclismatici nella memoria collettiva (l’undici settembre, la vittoria del mondiale in Germania, l’elezione di Trump, etc.) per noi juventini vale la domanda: “tu dov’eri, e cosa facevi quando annunciavamo Cristiano Ronaldo?”. Ecco, io ero in ferie e aggiornavo compulsivamente sulla home di Twitter in attesa di uno straccio di ufficialità a cui appellarmi per far finire la nausea da calciomercato. Tuttavia, a quasi tre settimane dalla presentazione,…

  • Approfondimenti

    Il Mondiale di Matuidi

    Anche la Juventus ha il suo campione del mondo. ’avventura in Russia di Blaise Matuidi è cominciata in sordina, come d’altra parte aveva fatto l’anno scorso in bianconero. Così come Massimiliano Allegri nella Juventus, anche DIdier Deschamps ha scelto di schierare la propria squadra con un sistema ibrido, a metà strada tra il 4-2-3-1 e il 4-3-3. Questo assetto particolare, in cui le scalate a centrocampo verso l’esterno costituiscono l’elemento chiave e discernente, ha permesso al basco di sfruttare al meglio le qualità da equilibratore di Blaise Matuidi. All’inizio, però, ‘Didi’ aveva optato per una formazione più lineare. All’esordio contro l’Australia infatti, aveva schierato i suoi con un 4-3-3 più…

  • Schede calciatori

    La scheda di João Cancelo

    Lo abbiamo visto all’opera da vicino nell’Inter, ma va calato nel contesto Juve. La scheda tecnica di João Cancelo, per capirne bene pregi e difetti. Profilo e caratteristiche oão Pedro Cavaco Cancelo è nato nella regione di Setúbal il 27 maggio 1994 e comincia a giocare a calcio a 7 anni nella rappresentativa del suo quartiere, la Barreirense. La sua terra, per vicinanza geografica ed esigenze economiche gravita inevitabilmente attorno a Lisbona: così, a tredici anni raggiunge il vivaio del Benfica, dove si formerà da terzino su entrambe le fasce. Nel 2012, a 18 anni appena compiuti, esordisce con la squadra maggiore in un’amichevole estiva di pre-campionato, in posizione di…

  • Approfondimenti,  Opinioni personali

    E se fosse Cuadrado il nuovo terzino destro della Juventus?

    Breve saggio delle ragioni per cui vedremmo di buon occhio un abbassamento di Cuadrado nel ruolo di terzino destro Il rasoio di Occam l rasoio di Occam è un principio metodologico di problem-solving secondo cui, quando un individuo è posto di fronte ad un problema e molteplici ipotesi di soluzione, quella da preferire è sempre quella che risponde al problema senza formulare inutili sub-ipotesi accessorie. Un inno alla semplicità, che verrà successivamente indicato come pietra miliare del metodo scientifico e dell’agnosticismo. Uno dei problemi cronici che ha colto la Juventus 2017/2018 è stata la casella di terzino destro. Con la partenza, per molti versi inaspettata, di Dani Alves, la corsia…

  • Schede calciatori

    La scheda di Mattia Perin

    La Juventus si è assicurata le prestazioni sportive di Mattia Perin, che passa in bianconero per circa 12 milioni di euro; ne prenderà 2.5 netti all’anno. Che tipo di portiere è, come gioca, e cosa farne. uando la Juventus acquistò Wojciech Tomasz Szczęsny (qui la nostra scheda dell’anno scorso), era chiaro a tutti che il polacco avrebbe accettato un ruolo da comprimario per poter poi raccogliere lo scettro quando il re si fosse fatto da parte. Quello che non sapevamo era il modo in cui la società intendesse riempire la casella del secondo portiere, dato che il numero 12 dell’anno scorso è scalato in prima posizione adesso. C’erano un paio…

  • Tributi

    Da portiere a Buffon

    Cosa significa e cosa rappresenta Gigi Buffon per il ruolo di portiere iciamocelo chiaro e tondo: non c’è grande gioia nel ruolo di portiere. Non c’è bambino che non fosse infelice di essere relegato tra i pali, perché è frustrante starsene in oggettiva disparte mentre in campo gli amici si litigano il pallone. Non è la massima aspirazione dei ragazzetti esuberanti e iperattivi che imparano a calciare il pallone, perché alla fine il portiere il pallone non lo tocca poi tanto; non c’è azione, non c’è grande pathos: anche nei momenti in cui l’avversario attacca, l’azione svanisce in pochi istanti, e se il portiere sarà coinvolto o meno nella maggior…

  • Analisi tattica

    35a Serie A: Inter-Juventus 2-3

    di Andrea Lapegna Nella partita da vincere a tutti costi per entrambe le squadre, vince quella che ne aveva più necessità. opo lo shock psicologico e di classifica della sconfitta interna contro il Napoli, la Juventus arriva al big match di cartello della trentacinquesima giornata con il morale in altalena. Se la vittoria rimane un obiettivo ineluttabile, Allegri ha voluto controbilanciare il peso emotivo della partita chiedendo “spensieratezza”. Proprio la leggerezza e la mente libera sono forse gli ingredienti mancati nello scontro scudetto settimana scorsa, e al tempo stesso in molti ritengono che la Juventus giochi meglio senza pensieri – vedasi la gara di Madrid. La spensieratezza si traduce così…