• Corto muso (Kantor)

    Corto Muso 9 – Upside down

    Siamo a metà Novembre, la Juventus è prima in classifica, prima anche nel girone di CL e già qualificata agli ottavi (e con altissime probabilità di vincere anche il girone) e io mi trovo in grande imbarazzo. L’imbarazzo deriva principalmente dal fatto che io, che all’inizio ero probabilmente uno dei più critici e dubbiosi sulla svolta tattica della Juventus, adesso sono probabilmente uno dei meno critici. Ma forse è naturale, visto che non avevo grandissimi aspettative; e che credevo che la Juventus in questo momento sarebbe stata molto più indietro nei risultati di dove si trova adesso. Questo non mi ha fatto cambiare idea su Sarri; ho ancora forti dubbi…

  • Opinioni personali

    Tanto di Cap(p)ello

    Quindi. 28 tiri totali, 7 in porta, 85% del gioco sviluppato fra zona centrale e metà campo avversaria, 2.27 xG generati contro 0.65 concessi…questi i numeri prodotti dalla Juventus nella sfida contro il Lokomotiv Mosca. Eppure c’è chi dice di non aver visto queste occasioni create, di avere invece notato una Juve peggiorata sul piano del gioco e incapace di imporre la propria superiorità sui più modesti avversari. Una partita, si sa, può essere letta in vari modi. Anche i numeri, a volte, dicono quello che noi vogliamo farli dire. Ci sono però dei fatti oggettivi, espressi in numeri, che non possono essere travisati. Questo, appunto, è quello che è…

  • Corto muso (Kantor)

    Corto Muso 8 – It’s the CL, baby

    Come tutti sanno non sono un fan del nuovo allenatore della Juventus; e come ho già detto molte volte i miei dubbi su di lui sono più sull’extra-campo che sul campo. Tuttavia almeno un dubbio di campo lo avevo: mentre ho sempre apprezzato il modo in cui Sarri disponeva la sua squadra in fase difensiva (forse troppo stretta in fase di non possesso, ma son dettagli) la sua fase offensiva non mi entusiasmava. La trovavo noiosa, troppo schematica e bloccabile con accorgimenti tattici elementari; i problemi al Napoli erano per me evidenti e in qualche misura lo sono stati anche al Chelsea. Dopo un buon inizio, il Chelsea ha avuto…

  • Opinioni personali

    Il calciomercato secondo AterAlbus

    Avete festeggiato? Avete aperto lo spumante buono che tenevate in frigo almeno dal primo di luglio? Noi in redazione siamo contenti. Perché è finalmente finito quel periodo estenuante e nauseabondo chiamato calciomercato. Anche prendendo solo le testate più accreditate (Gazzetta, CorSport, Tuttosport, Mediaset, e Sky, compreso Di Marzio), il calciomercato si è chiuso con la bellezza di 56 nomi accostati, in entrata, alla Juventus. Nel 2017 erano 49 e l’anno scorso addirittura 59. Direi che siamo in linea. Si va dal sempre buono José Giménez, alle novità Haller e João Félix, ma anche insospettabili come Piccini, Hudson-Odoi e Insigne (!). Non ci credete? Qui sotto la lista. Ad ogni modo,…

  • Corto muso (Kantor)

    Corto Muso 7 – Champions again

    Come (quasi) ogni stagione scrivo per commentare i sorteggi di CL; l’edizione di quest’anno non appare particolarmente forte a livello di ranking. Il taglio per essere in seconda fascia era 21 (normale) ma soprattutto con un ranking di 51 si entrava addirittura in terza; invece la quarta fascia è di livello superiore alla media (si fa fatica ad individuare una squadra materasso, forse solo il Crvena Zvezda). Questa distribuzione rende abbastanza complesso fare pronostici, anche perchè il ranking mai come quest’anno dice poco sul valore di una squadra. Certo nelle prime due fasce il ranking rispecchia più o meno il valore effettivo, mentre nella terza e nella quarta ci sono…

  • L'uomo della Terra (Terruzzi)

    L’uomo della terra 5 – Dybala, le plusvalenze e il disegno tecnico

    L’estate. Il periodo dell’anno in cui essere l’allenatore della Juventus non è il mestiere più logorante nel piccolo universo del calcio italiano. No, in questi mesi, e Pavel Nedved e Fabio Paratici lo stanno scoprendo sulla propria pelle, essere i responsabili del calciomercato juventini deve essere una esperienza di vita in cui vivi a mille e te ne devi fottere delle reazioni istintive e talvolta anche offensive (vedere alla voce “commenti di tifosi sotto post social della Juventus”). Il mercato juventino è al centro delle attenzioni in questi giorni. Molti si stanno domandando cosa stanno combinando i due dirigenti, quali piani hanno, perché si muovono così. E una risposta da…

  • Opinioni personali

    Calcio femminile e professionismo

    Nel dopo partita di Italia – Cina, gara degli ottavi di finale del campionato del mondo vinta dalle azzurre, Gabriele Gravina, presidente della F.I.G.C, si presentava ai microfoni promettendo nel breve periodo le riforme necessarie perché si possa arrivare alla fine di un percorso al  professionismo. Detta così sembra un passo non troppo complicato da attuare visto e considerato che in giro per l’Europa tutte le nazioni più importanti, chi prima e chi dopo, ha già compiuto questo passo. Ma allora perché in Italia è così complicato seguire questa strada? Innanzitutto esiste una legge del 1981 che definisce come persone e sport professionistici “… quegli atleti, allenatori, direttori tecnico-sportivi e…