La Juve ha un problema in difesa?4 min di lettura

21 gol in 22 match sono tanti, ma 10 di questi sono arrivati in sole 4 partite. Nelle restanti 18 gare la Juve ha subito 11 reti, una media di 0.61 a partita con 7 clean sheet su 18.


La rivoluzione è giovane, la rivoluzione è in corso: niente di più vero per la Juve e la sua difesa che nelle prime 22 gare di Serie A ha dovuto fare i conti con una media gol subiti atipica per gli standard a cui i tifosi della Vecchia Signora erano abituati. Prima del clean sheet contro la Fiorentina, la media era di un gol a partita, 21 gol subiti in 21 gare disputate in Serie A, a guardarla così ci sarebbe da preoccuparsi. Ma è realmente così? Andiamo oltre questo dato.

Passato e presente

Il confronto col passato è di per sé impietoso, in queste prime 22 partite la Juve ha subito in media 0.95 gol a partita, nelle passate quattro stagioni non si è mai andati oltre lo 0.79 del 2018/19, con un picco nel 2015/16 di 0.53, poco più di un gol ogni due partite (è l’anno del record di imbattibilità di Buffon, ben 974 minuti).

In questa stagione la Juve subisce in media più tiri a partita (11.45) e più tiri in porta (4.27), anche il numero di xG concessi è peggiorato.

Guardando all’attuale stagione, la Juve è più o meno in linea con i suoi competitor in Serie A. Concede meno tiri dell’Inter e della Lazio, ma concede più tiri in porta rispetto a tutte le altre tre.

Il 37.3% dei tiri subiti finisce nello specchio.

Il cambiamento tattico che la Juve sta subendo si è riversato sulla fase difensiva, rispetto al passato la Juve sta producendo di più in termini di gol attesi, anche se raccoglie meno di quello che semina, ma al momento sembra pagare dazio nel numero di occasioni che concede agli avversari.

La Juve ha il più basso differenziale tra gol fatti e xG degli ultimi 5 anni.

L’analisi dei gol presi

Dei 21 gol presi, sono quelli dovuti a pressing sbagliato o palla persa i più imputabili al cambio strategico di difendere in avanti e provare ad uscire dal basso. Altri, come i colpi di testa a secondo palo sono insiti nel sistema di difesa che non prevede coperture con i quinti; per alcune situazioni (come le palle ferme, grosso problema a inizio stagione) sono state già prese le dovute contromisure.

6 dei 21 gol vengono da palla ferma o rigore.

Difendersi col possesso

Nelle 12 partite con possesso superiore al 57% la Juve ha subito solo 6 gol in totale, con 0.9 xG di media a partita. Nelle stesse partite la Juve concede meno tiri e meno tiri in porta e riesce a difendersi con il possesso.

Il numero di palle perse è circa uguale a quello delle altre 10 partite ma diminuiscono le palle perse basse.

Di contro nelle partite con possesso più basso e numero di passaggi più basso la Juve subisce più gol. Tanto i tiri quanto i tiri in porta aumentano in maniera rilevante.

Gli xG subiti sono il doppio, 1.83 a partita mentre sono 13.5 i tiri in porta subiti.

Il momento caldo della stagione si avvicina, per la Juve sarà importante tenere sotto controllo la fase di non possesso ma ancor di più sarà importante consolidare il possesso, dal controllo della gara attraverso il controllo del gioco e della palla, anche con avversari di caratura più elevata, passerà una fetta importante dell’annata.