difesa

Bonucci, Chiellini e De Ligt: come stanno le cose in difesa?

Per la prima volta, da quando l’olandese è sbarcato a Torino, la Juventus sembra poter avere a disposizione per un numero lungo di partite tutti e 3 i centrali difensivi. Contro la Roma, per esempio, Pirlo ha schierato i due italiani lasciando De Ligt in panchina: ognuno dà qualcosa di diverso. Per analizzare il contributo che i difensori bianconeri forniscono alla squadra non si può non partire dai principi sui...

Continue reading...

Come costruisce la Juventus di Pirlo?

Uno dei cambiamenti più radicali rispetto all’anno scorso è senza dubbio la maniera in cui la Juventus costruisce. Rispetto a Sarri, che era solito uscire con 4+1, Pirlo ha sperimentato un’ampia varietà di soluzioni, che prendono spunto da un sistema 3+2. In un calcio sempre più improntato all’intensità, e dove quasi tutte le squadre ambiscono ad una conquista alta della sfera, l’uscita palla ha assunto una rilevanza sempre più grande...

Continue reading...

Pirlo: difesa e uscita palla

Le indiscrezioni sul sistema di gioco che Andrea Pirlo vorrà quantomeno inizialmente utilizzare con la sua Juventus hanno fatto riscoprire i numeri. La difesa a quattro che diventa a tre, la tre e mezzo insomma. Le partite dell’Italia stessa, come si è visto anche con l’Olanda, hanno contribuito a portare luce su questo argomento: perché diverse squadre sempre più tendono ad avere sistemi fluidi, che cambiano a seconda della situazione...

Continue reading...

La Juve ha un problema in difesa?

21 gol in 22 match sono tanti, ma 10 di questi sono arrivati in sole 4 partite. Nelle restanti 18 gare la Juve ha subito 11 reti, una media di 0.61 a partita con 7 clean sheet su 18. La rivoluzione è giovane, la rivoluzione è in corso: niente di più vero per la Juve e la sua difesa che nelle prime 22 gare di Serie A ha dovuto fare...

Continue reading...

Chi ha sbagliato sui gol del Napoli?

I due gol subiti contro il Napoli sono lo specchio delle contraddizioni e delle mancanze della Juventus. Con questo breve articolo ne evidenziamo gli errori più grandi. Il primo gol del Napoli nasce da una serie macroscopica di errori individuali, che per certi versi hanno rasentato il comico. In seguito ad un buon break, Matuidi si trova lanciato sulla fascia sinistra, in solitudine. Il francese ha il tempo di guardare...

Continue reading...