Opinioni personali

La Terra dei cachi 148/ Oktoberfest

2 min lettura

di Kantor


Le magre di Ottobre: un divagazione.


La Juventus di Allegri gioca male in Ottobre; l’anno scorso a questo punto aveva già due brutte sconfitte a Milano e due partite orripilanti (molto peggiori di quella di martedì sera) contro il Lyon; l’anno prima ancora un percorso da incubo in campionato e due scialbi pareggi col Borussia Moenchengladbach. E ovviamente il fatto che giochi male non dipende nè dal cambio di stagione, nè dal segno zodiacale del mese ma, come sempre, da alcuni fattori che mi appresto ad elencare.

Il primo fattore è ovvio; la Juventus cambia abbastanza da un anno all’altro e ci vuole tempo per inserire i giocatori nuovi. Ora se sia bene cambiare o no è un fatto che si può dibattere; un sacco di gente ha speso molte parole per convincere (e convincersi) che il Napoli era molto avvantaggiato dal non avere cambiato nulla. Io invece sono un uomo pratico e credo nella massima di Oscar Wilde: “se continui a fare sempre la stessa cosa prima o poi ti scoprono..”. E credo anche che il motto “change before you have to” sia meritevole di considerazione. Certo, queste sono opinioni; però c’è il fatto che i risultati per adesso hanno sempre dato ragione a chi i cambiamenti li ha fatti (e torto a chi non li ha fatti).

Il secondo fattore è però il più rilevante: Ottobre è il mese tra le ultime due pause per la nazionale ed è quello in cui si comincia a risentire del fatto di non essersi potuti più allenare da Agosto. E questo, per come è strutturata la Juventus dal punto di vista tecnico, porta ad una notevole instabilità nelle prestazioni anche a pochi giorni di distanza. Perchè lo Sporting non è più forte del Milan in nessun reparto; ma è sicuramente allenato meglio. Juan Jesus è un ottimo allenatore e ai livelli dello Sporting l’allenatore fa un sacco di differenza (pensate la stessa squadra in mano a Montella). Alla fine lo Sporting da inizio stagione ha perso due sole partite ufficiali: col Barca e con noi. E  con Barca, nonostante abbia perso, ha giocato pure assai meglio che ieri sera.

Ma torniamo a noi, ci piaccia o no ci dobbiamo rassegnare all’idea che nei programmi stagionali di Allegri Ottobre è un mese in cui si deve tirare a campare e cercare di non fare troppi danni. Le cose potrebbero migliorare lievemente nei prossimi due anni perchè le sudamericane faranno solo amichevoli e perlopiù in Europa ma è comunque qualcosa con cui bisogna fare i conti. Ma è proprio la sua ciclicità la migliore garanzia che quest’anno non si differenzia dagli anni scorsi e che è estremamente probabile che man mano che passa il tempo la Juventus si assesti verso l’alto, come ha sempre fatto.

PS. I commenti sono disabilitati; se qualcuno desidera commentare si puo’ iscrivere al gruppo facebook  AteralBook.

PPS. Mercoledì sera il Napoli ha perso la quinta partita di CL delle ultime sei che ha giocato (sempre parlando di risultati)…

Kantor

Detto "il prof" (sì, è davvero un prof universitario, abbiamo controllato!). Da anni battaglia col mondo nella sua rubrica "La terra dei cachi". Lotta per le proprie idee, ma non se ne innamora. Si è invece innamorato del podcast "Il Bianco e il nero".