• Analisi tattica

    Quarti di Champions League: Ajax-Juventus 1-1

    Nei mesi invernali la Juventus ha archiviato, con successo, sia la questione campionato (la matematica del trentasettesimo dovrebbe arrivare già sabato) che la sbornia della rimonta portata all’Atlético. Dopo il sorteggio dell’urna di Nyon, la compagine bianconera ha avuto tutto il tempo necessario ed auspicabile per preparare al meglio l’importantissima sfida di Champions League contro i campioni d’Olanda dell’Ajax. Ciononostante, alcune assenze pesanti hanno finito per condizionare la formazione schierata da Massimiliano Allegri. Chiellini è capitano e leader indiscusso della difesa, ma è forse la defezione di Emre Can a condizionare di più l’assetto scelto; il tedesco era il fulcro di quell’ibrido a metà tra il 3-5-2 e il 4-4-2…

  • Opinioni personali

    Le previsioni dei Campioni

    La redazione si è divertita a stilare pronostici – basati su giudizi puramente personali ed estemporanei – sui quarti di finale di Champinos League e sullo svolgimento successivo. Chi passerà in semifinale? Chi in finale? Chi alzerà la coppa? Abbiamo detto la nostra. Prendetele tutte con le molle, ovviamente, perché alla fin fine è un gioco. Ma il gioco non finisce qui, e vi coinvolge tutti: lasciateci pure i vostri pronostici nella sezione commenti alla fine dell’articolo, così allarghiamo il contest anche alla community. Vediamo in quanti ci azzeccano (a parità di previsione saranno valutati eventuali scenari improbabili indovinati, tipo Allegri che la vince e se ne va il giorno…

  • Approfondimenti,  Gli avversari

    La guida di Ajax-Juventus

    Che squadra è l’Ajax?di Andrea Lapegna L’urna di Nyon è stata benevola con la Juventus. Si è fatta perdonare l’accoppiamento fuori contesto degli ottavi contro l’Atlético e ci ha riservato la squadra olandese, forse vera e propria sorpresa positiva di questa Champions League. E quindi, che squadra ci troveremo davanti per i quarti di finale di Champions? L’Ajax è una squadra molto più eterogenea di quanto le facili narrazioni della cultura sprotiva mainstream non ci abbiano proposto (e non ci stiano continuando a proporre). L’Ajax è una squadra altamente organizzata, che fa della fluidità di posizioni e della riaggressioni alcuni dei suoi punti di forza. Il 4-3-3, pilastro dell’ultimo mezzo…

  • Opinioni personali

    Come giocare contro l’Atlético e perché

    Che il risultato del Wanda Metropolitano sia un macigno sulla strada tra la Juventus e la Champions League è abbastanza pacifico. Che questo gruppo abbia le qualità tecniche e umane per riuscire a ribaltarlo è altrettanto evidente. Ma siccome la prestazione di Madrid è stata oltremodo frustrante per gli spettatori esterni – e possiamo solo immaginare quanto lo sia stata per i calciatori in campo – è opportuno ragionare su che tipo di cambiamenti saranno necessari per far girare la squadra al meglio e propellere dunque un’eventuale impresa. In redazione abbiamo perciò passato un ottimo quantitativo del nostro tempo libero a discutere del miglior modo per affrontare i colchoneros, e…

  • Approfondimenti

    Cinque cose positive di Juventus-Udinese

    Non prendiamoci in giro. Juventus e Udinese si sono affrontate per una posta poco maggiore rispetto ad un’amichevole. Tuttavia la partita ha offerto alcune novità indubbiamente positive in vista del ritorno degli ottavi di Champions League martedì con l’Atlético. Quali sono e perché possono essere utili in vista della UCL. 1 – Kean Senza alcuna esitazione, Moise Kean è stato il migliore in campo. Doppietta di prepotenza e rigore procurato di furbizia gli valgono la palma di MVP della serata. Il ragazzo ha dimostrato di essere presente, vivo e cattivo anche in una stagione che ha visto Ronaldo fagocitare ogni minuto disponibile per lo slot di attaccante. Come in trance…

  • Analisi tattica

    Ottavi di Champions League: Atlético Madrid – Juventus 2-0

    Nonostante fosse probabilmente l’ottavo più affascinante del lotto Champions, le due squadre affrontatesi ieri la Wanda Metropolitano non sono arrivate nella loro forma più smagliante. La Juventus, rullo compressore in Serie A, aveva dato segnali di scricchiolio nella tenuta atletica prima (Chievo e Lazio), e mentale e tattica poi (Atalanta e Parma). Allegri si presentava così a Madrid con i dubbi mai risolti di una circolazione bassa deficitaria, di un centrocampo che offuscava i propri limiti tecnici con polmoni da fondisti, e di una fase offensiva senza un canovaccio definito. Simeone dal canto suo doveva dimostrare che, dopo un mercato estivo che aveva soddisfatto le esigenze della rosa, l’Atlético è…

  • Approfondimenti

    Lavagnetta tattica: la partita di Moise Kean

    La vittoria negli ottavi di finale di Coppa Italia al Dall’Ara lascia in dote una piacevole riscoperta: le qualità di Moise Kean. Pezzo pregiato del vivaio bianconero e gioiello della nazionale U19 vicecampione d’Europa, Kean era stato impiegato fin qui solo per una manciata di minuti in campionato. La partita di Bologna ha invece regalato agli osservatori un giocatore fresco, dinamico e arrembante, ma soprattutto molto più maturo della versione apprezzata l’anno scorso a Verona. Nel 4-3-3 di Allegri Kean è l’unica punta, ed è un ruolo che interpreta con sorprendente facilità. L’avevamo lasciato sulla fascia, in guisa di cavallo imbizzarrito a puntare gli avversari per poi accentrarsi; lo ritroviamo…