• Approfondimenti

    A che punto è Bernardeschi?

    Pochi fronzoli: la stagione 2018-2019 doveva essere quella della definitiva consacrazione di Bernardeschi. Per i più clementi lo è stata solo parzialmente, per i più critici non lo è stata affatto.  È opportuno chiedersi a questo punto quale sia il valore fin qui dimostrato dal numero 33 bianconero per capire quale ruolo potrà giocare nella Juventus del futuro. Primo anno Bernardeschi è giunto alla Juventus nell’estate del 2017 per una cifra di circa 40 milioni. È arrivato con la nomea del giovane talento italiano da svezzare, aspettare, a cui far capire cosa significa giocare per la Juventus e da far esplodere poi nel lungo periodo. La concorrenza nel reparto si…

  • Opinioni personali

    Sarri sì, Sarri no

    Con le insistenti voci su Maurizio Sarri nuovo allenatore della Juventus, tutto il popolo bianconero si sta arrovellando sulle ragioni che porterebbero la dirigenza a scegliere un profilo come il suo, con pro e contro molto ben definiti. Noi abbiamo chiesto alla Redazione: Sarri sì o Sarri no? Davide Terruzzi: no boh Premessa d’obbligo. L’attesa messianica che si è creata attorno al tema “prossimo allenatore Juventus” con le smentite non forti e ufficiali (leggi comunicato) ha creato aspettative alte e qualsiasi nome che non sia quello di un top rischia di generare nel breve delusione e disillusione. Ho pochi dubbi sulla bontà del lavori di Sarri sul campo; lo ritengo…

  • Approfondimenti

    La Juventus di Guardiola

    Non credo esista un singolo tifoso che non abbia cullato l’ipotesi di vedere Pep Guardiola sulla panchina della Juventus. Questa ipotesi, razionalmente lontana e inarrivabile, ha improvvisamente subito un’accelerata notevole in seguito ad autorevoli voci di mercato che, fuori dal coro della stampa mainstream, lo continuano tutt’oggi a darlo non solo come prima scelta, ma addirittura come molto vicino al trasferimento a Torino. Per uno che sogna ad occhi aperti, credere allo sbarco dell’alieno non è abbastanza: bisogna proprio immaginarsi il buon Pep che con il giaccone targato Jeep disegna cinque corridoi sul campo di allenamento della Continassa, e sgrida Bentancur perché non ha aperto la gamba per girarsi fronte…

  • Approfondimenti

    La Juventus di Simone Inzaghi

    In questi giorni sui giornali e sul web si sono letti numerosi nomi di possibili successori di Allegri per la panchina della Juventus: dai top, Klopp e Guardiola, passando per Sarri e Conte, Mourinho e Pochettino fino agli insospettabili Gasperini e Mihajlović. Uno dei nomi più rincorrenti è però quello di Simone Inzaghi che pare essere giunto al termine della sua avventura triennale sulla panchina della Lazio. Con i biancocelesti il tecnico piacentino ha sempre portato la squadra, seppur per vie diverse, alla qualificazione in Europa League mentre non ha mai centrato il quarto posto valido per la Champions League. Pesano sensibilmente sul piatto positivo della bilancia i due trofei…

  • Approfondimenti

    La Juventus di Sarri

    Guardiola? Klopp? Pochettino? Sarri? Simone Inzaghi? Mihajlovic? Il nodo relativo alla scelta della prossima guida tecnica della Juventus, dopo il quinquennio vincente con Max Allegri, non è ancora stato sciolto. I nomi usciti sui media tradizionali e sul web sono quasi tutti intriganti. Al netto di Guardiola, intorno al quale si sta svolgendo una vera e propria battaglia mediatica, il nome più intrigante del lotto ci sembra essere quello di Sarri. Il grande nemico (ex?) durante l’epoca del suo passaggio al Napoli potrebbe così trovare una nuova casa a Torino, sponda bianconera. Reduce da una stagione positiva col Chelsea (qualificazione alla prossima Champions centrata e finale di Europa league conquistata),…

  • Opinioni personali

    Allegri, la crociata, la critica, gli errori, il grazie e il futuro

    No. Non parlerò di Adani e d’Allegri. Francamente lo trovo quasi un’arma di distrazione, un cazzeggio di fine campionato. Mi colpisce il fatto che il pensiero, anzi le convinzioni e i giudizi, di un opinionista televisivo vengano utilizzate da una parte della tifoseria bianconera presente sul web nella loro crociata anti-Allegri; un mio conoscente mi ha pure mandato un santino d’Adani via whatsapp, una sua foto con una dichiarazione presa dal diverbio di sabato sera e ho avuto l’impressione di trovarmi quasi di fronte a una campagna politica utilizzata dai partiti sui vari social. Penso, sinceramente, che Allegri vada profondamente rispettato e meriti un grandissimo ringraziamento per quanto fatto in…

  • Opinioni personali

    A che punto è la Serie A dopo #W8NDERFUL

    Forse non ci stiamo rendendo bene conto. La Juventus ha vinto 8 scudetti consecutivi, 37 totali. In Italia, chi insegue in queste due graduatorie ne ha vinti “solo” 5 consecutivi (il Torino a cavallo della guerra e la stessa Juventus negli anni ‘30); quanto al secondo posto nell’albo d’oro complessivo, questo spetta al Milan che ne ha 18. Meno della metà. La striscia, aperta, di trofei nazionali è un record anche nei cinque maggiori campionati europei, dato che l’unica contender, l’OL in Francia, si è fermata a 7 tra il 2002 e il 2008. E nel medio periodo la Juventus rischia di diventare un benchmark anche per quei campionati lontani…