• Opinioni personali

    Allegri, Mourinho e l’Empoli

    La distanza tra Milan e Juventus nella finale di Coppa Italia e la diatriba del dopo-partita tra Allegri e Sconcerti. ndipendentemente dagli errori di Donnarumma, la finale di Coppa Italia ha certificato la distanza che ancora esiste fra il Milan di Gattuso e la Juventus, distanza fra l’altro evidente anche solo guardando ai punti (31) che separano le due squadre in classifica. Dal punto di vista tattico è stata la solita Juve di Allegri: fluida nella fase offensiva, con Cuadrado esterno baso a garantire ampiezza destra e Douglas Costa pronto ad occupare il mezzo spazio sinistro partendo dalla fascia. Come visto già in occasione della partita vinta col Bologna, Allegri…

  • Analisi tattica

    Coppa Italia, Finale: Juventus Milan 4-0

    La Juventus gioca un’ottima partita contro un Milan che ha retto un tempo e poi è stato affossato da un avversario più forte e dagli errori dei singoli. Quarta coppa Italia consecutiva, sempre più nella storia opo ormai avere messo in cassaforte lo scudetto con la vittoria contro il Bologna e il successivo pareggio del Napoli contro il Torino la Juventus in quel di Roma si gioca l’ultimo trofeo ancora disponibile di questa stagione: la Coppa Italia.  È la quarta finale consecutiva in quattro anni di gestione a firma Massimiliano Allegri e quindi per la quarta volta di fila i bianconeri hanno la possibilità di mettere il segno il “double”.…

  • Analisi tattica

    30a Serie A: Juventus-Milan 3-1

    di Charles Onwuakpa I rossoneri hanno giocato una prova di grande coraggio, ma non è bastato contro una Juventus salvata nella ripresa dalla maggiore qualità individuale e dalle scelte di Allegri. Nella conferenza stampa post-partita, Massimiliano Allegri ha dichiarato di aver fatto un po’ di “casino organizzato” con le sue scelte anti-Milan. È una frase che sintetizza perfettamente la prestazione della Juventus ieri sera: nonostante le grosse difficoltà nel creare gioco con il 3-5-2 e contro un avversario ben organizzato, i cambi programmati del tecnico livornese, e più in generale la qualità dei singoli, hanno fatto la differenza. LE FORMAZIONI — Al ritorno in campo dopo la pausa per le…

  • Approfondimenti

    Il peso di Bonucci

    È finora la notizia del calciomercato. Leonardo Bonucci non è più un giocatore della Juventus e passa al Milan. Cosa perde la formazione bianconera? Qual è stato il suo reale impatto all’interno dei sistemi di gioco? Leo who? In primo luogo, Bonucci è più di un semplice centrale difensivo. Nella Juventus di Allegri, infatti, fin da quando l’allenatore livornese ha preso in mano le redini bianconere, all’indomani della rottura fra la società di Corso Galileo Ferraris e Antonio Conte, il difensore azzurro ha svolto il ruolo di vero e proprio playmaker. Infatti, in quella prima Juventus allegriana, che ricalcava il 3-5-2 di Conte nel suo modo di stare in campo,…