• Opinioni personali

    A che punto è la Serie A dopo #W8NDERFUL

    Forse non ci stiamo rendendo bene conto. La Juventus ha vinto 8 scudetti consecutivi, 37 totali. In Italia, chi insegue in queste due graduatorie ne ha vinti “solo” 5 consecutivi (il Torino a cavallo della guerra e la stessa Juventus negli anni ‘30); quanto al secondo posto nell’albo d’oro complessivo, questo spetta al Milan che ne ha 18. Meno della metà. La striscia, aperta, di trofei nazionali è un record anche nei cinque maggiori campionati europei, dato che l’unica contender, l’OL in Francia, si è fermata a 7 tra il 2002 e il 2008. E nel medio periodo la Juventus rischia di diventare un benchmark anche per quei campionati lontani…

  • Approfondimenti

    Cinque cose positive di Juventus-Udinese

    Non prendiamoci in giro. Juventus e Udinese si sono affrontate per una posta poco maggiore rispetto ad un’amichevole. Tuttavia la partita ha offerto alcune novità indubbiamente positive in vista del ritorno degli ottavi di Champions League martedì con l’Atlético. Quali sono e perché possono essere utili in vista della UCL. 1 – Kean Senza alcuna esitazione, Moise Kean è stato il migliore in campo. Doppietta di prepotenza e rigore procurato di furbizia gli valgono la palma di MVP della serata. Il ragazzo ha dimostrato di essere presente, vivo e cattivo anche in una stagione che ha visto Ronaldo fagocitare ogni minuto disponibile per lo slot di attaccante. Come in trance…

  • Tributi

    Da portiere a Buffon

    Cosa significa e cosa rappresenta Gigi Buffon per il ruolo di portiere iciamocelo chiaro e tondo: non c’è grande gioia nel ruolo di portiere. Non c’è bambino che non fosse infelice di essere relegato tra i pali, perché è frustrante starsene in oggettiva disparte mentre in campo gli amici si litigano il pallone. Non è la massima aspirazione dei ragazzetti esuberanti e iperattivi che imparano a calciare il pallone, perché alla fine il portiere il pallone non lo tocca poi tanto; non c’è azione, non c’è grande pathos: anche nei momenti in cui l’avversario attacca, l’azione svanisce in pochi istanti, e se il portiere sarà coinvolto o meno nella maggior…

  • Analisi tattica

    35a Serie A: Inter-Juventus 2-3

    di Andrea Lapegna Nella partita da vincere a tutti costi per entrambe le squadre, vince quella che ne aveva più necessità. opo lo shock psicologico e di classifica della sconfitta interna contro il Napoli, la Juventus arriva al big match di cartello della trentacinquesima giornata con il morale in altalena. Se la vittoria rimane un obiettivo ineluttabile, Allegri ha voluto controbilanciare il peso emotivo della partita chiedendo “spensieratezza”. Proprio la leggerezza e la mente libera sono forse gli ingredienti mancati nello scontro scudetto settimana scorsa, e al tempo stesso in molti ritengono che la Juventus giochi meglio senza pensieri – vedasi la gara di Madrid. La spensieratezza si traduce così…

  • Analisi tattica

    28a Serie A: Juventus-Udinese 2-0

    di Andrea Lapegna Partita facile allo Stadium, con la Juventus che capitalizza la superiorità tecnica e le scelte conservative di Oddo. opo un ottavo di Champions al cardiopalma, la Juventus si rifionda nel campionato. Si arriva alla partita con l’Udinese ad una settimana dalla sosta, ma con un turno infrasettimanale extra: c’è la gara contro l’Atalanta ancora da recuperare mercoledì. In considerazione degli impegni serrati, e delle energie sia fisiche che mentali spese a Wembley, la squadra di Allegri arriva alla 28esima di campionato con l’esigenza di tirare il fiato e al contempo continuare a tallonare il Napoli, nella speranza che proprio il recupero consegni la vetta della classifica. L’Udinese di…

  • Analisi tattica

    27a Serie A: Lazio-Juventus 0-1

    di Kareem Bianchi La Juventus vince una partita fondamentale in ottica scudetto grazie a una giocata di Dybala all’ultimo secondo. Fino alla fine, sì, ma con diverse difficoltà. ella gara con la Lazio bisognerà venir fuori con un risultato positivo. Dobbiamo mettere in campo la miglior formazione per la partita.” Massimiliano Allegri presenta così la sfida in quel di Roma, la penultima partita di una serie di gare giocate fuori casa. Ormai si sa, la corsa verso lo Scudetto è una maratona a due: tra Napoli e Juventus. Ogni passo falso può risultare decisivo e dunque bisogna affrontare ogni partita come fosse una finale. La Lazio, reduce da un’eliminazione in Coppa Italia ai danni…

  • Analisi tattica

    23a Serie A, Juventus-Sassuolo 7-0

    di Kareem Bianchi Una Juventus nettamente superiore si libera agevolmente di un Sassuolo con una vittoria netta e rotonda. Per gli uomini d’Allegri, un’altra gara senza subire gol. arà importante prendere la partita per il verso giusto, perché veniamo da una bella gara a Bergamo e non ci devono essere cali di attenzione. Non possiamo permetterci di perdere punti”. Queste le parole del tecnico juventino alla vigilia della gara, e lo score di 7 a 0, che recita una vittoria debordante, è la riprova di un corretto approccio alla partita, come ci ha abituati negli anni la Juventus di Allegri. Il suicidio del Sassuolo Le intenzioni del tecnico ascolano erano di difendere di reparto,…