• L'uomo della Terra (Terruzzi)

    L’uomo della Terra 4 – Non è questione di DNA

    C’è stato un preciso momento della telecronaca, brutta, di Sportitalia in cui le parole di “Senza parole” di Vasco Rossi mi sono venute in mente e mi son ritrovato a canticchiare questa canzone mentre vedevo la partita. Sì, come Vasco, anche io, guardando la televisione ho avuto un’impressione ed è questa che vado a raccontare. Sono stati sufficienti pochissimi minuti per sentire dal telecronista “poco sarrismo fino a questo momento” e tutta le telecronaca è stata un continuo “questo è di Sarri, questo è di Allegri, il compito di Sarri è arduo”. C’è questa convinzione che vedo serpeggiare che trovo completamente sbagliata. La Juventus è tradizionalmente una squadra che non…

  • Opinioni personali

    Kean, la vittima diventa colpevole

    Lo sappiamo tutti. Non è la prima volta, non sarà l’ultima. Però il razzismo è una questione troppo seria per far finta di niente, trovare giustificazioni, accusare qualcuno, farne questione di parte, e di tifo in ambito calcistico, e non parlarne perché “tanto non cambieremo mai”. No, quando accadono episodi razzisti come si è purtroppo verificato a Cagliari è necessario essere fermi, condannare severamente e prendere i provvedimenti previsti per questi episodi. È invece, finora, successo qualcosa di molto distante. Giustificare gli ululati e gli epiteti razzisti con “Kean ha sbagliato a esultare” equivale a sostenere che “quella ragazza se l’è andata a cercare perché girava in minigonna”. No. Non…

  • Analisi tattica

    Quelle difficoltà senza palla

    C’è un dato statistico che fotografa al meglio quanto visto sabato sera col Parma. La Juventus non subiva 3 reti in una partita di campionato dalla sfida del 19 novembre 2017 con la Sampdoria (3-2 il risultato finale a Genova). Dopo quella partita, Allegri diede un giro di vite alla squadra e nacque quella lunga sequenza di gare senza subire reti e soprattutto la rimonta sul Napoli (quello che sarebbe poi successo ad aprile è altra storia e soprattutto conosciuta). Quindi, siamo di fronte a qualcosa che fortunatamente accade assai raramente, specialmente in casa, ma che spiega lo sconforto, confusione e delusione tra i tifosi bianconeri; specialmente perché questa rimonta…

  • Approfondimenti

    Il Mondiale di Matuidi

    Anche la Juventus ha il suo campione del mondo. [mks_dropcap style=”square” size=”52″ bg_color=”#F2F2F2″ txt_color=”#000000″]L[/mks_dropcap]’avventura in Russia di Blaise Matuidi è cominciata in sordina, come d’altra parte aveva fatto l’anno scorso in bianconero. Così come Massimiliano Allegri nella Juventus, anche DIdier Deschamps ha scelto di schierare la propria squadra con un sistema ibrido, a metà strada tra il 4-2-3-1 e il 4-3-3. Questo assetto particolare, in cui le scalate a centrocampo verso l’esterno costituiscono l’elemento chiave e discernente, ha permesso al basco di sfruttare al meglio le qualità da equilibratore di Blaise Matuidi. All’inizio, però, ‘Didi’ aveva optato per una formazione più lineare. All’esordio contro l’Australia infatti, aveva schierato i suoi…

  • Opinioni personali

    La Juve che ruba, il Var che diventa pessimo e gli insulti a Matuidi

    di Davide Terruzzi [mks_dropcap style=”square” size=”52″ bg_color=”#F2F2F2″ txt_color=”#000000″]S[/mks_dropcap]on bastati quattro giorni per ritornare al vecchio e caro passato: la Juventus ruba, la sudditanza psicologica, il campionato falsato e chi più ne ha più ne metta. Semplicemente è stato sufficiente attendere le prime decisioni arbitrali a favore della Juventus per assistere alla reazione di giornalisti e media in un delirio comico in cui le opinioni e i toni cambiano in base alla squadra coinvolta. Coloro che dovrebbero indirizzare l’opinione pubblica ormai da tempo inseguono proprio quello che venne definito il sentimento popolare, cioè danno in pasto alla gente quello che le persone vogliono sentirsi dire; ognuno ha il proprio target di…

  • Opinioni personali

    De Sciglio, Matuidi, Benatia e il peso delle decisioni estive

    di Alessandra Bardamu De Sciglio, Matuidi e Benatia sono tra i protagonisti delle ultime settimane in casa Juventus. Merito del loro lavoro, di quello d’Allegri e delle scelte estive. [mks_dropcap style=”square” size=”52″ bg_color=”#F2F2F2″ txt_color=”#000000″]L[/mks_dropcap]a Juventus degli ultimi sei anni ha messo in mostra un’ instacabile capacità di rinnovamento all’interno della rosa. Il continuo perdere e ritrovare tempestivamente elementi di elevato peso specifico (i vari Pogba, Morata, Pirlo, Vidal, Tevez) senza mai crollare dal punto di vista del risultato sportivo, è stato uno dei più grandi meriti della gestione Agnelli che, tuttavia, ha sempre potuto custodire il cuore pulsante dei sei titoli: Barzagli, Bonucci, Chiellini, Buffon. L’estate 2017 si è portata…

  • Opinioni personali

    Finalmente (o purtroppo?) Matuidi

    di Antonio Corsa (con Davide Terruzzi) La Juve ha scelto Blaise Matuidi per rinforzare il centrocampo. Scelta giusta? Sbagliata? Ne discutono assieme Antonio Corsa e Davide Terruzzi. [mks_dropcap style=”square” size=”52″ bg_color=”#F2F2F2″ txt_color=”#000000″]D[/mks_dropcap]opo qualche passaggio a vuoto e tanto stress per un senso di incompiutezza che si trascinava dal mancato acquisto all’ultimo secondo di Witsel della scorsa estate (e poi inverno), la Juventus ha “finalmente” acquistato il tanto atteso centrocampista centrale per rinforzare la rosa: si tratta di Blaise Matuidi, 30 anni compiuti ad aprile, francese, prelevato per 20 milioni di euro (più potenziali 10,5 di bonus) dal PSG. Non esattamente il giocatore in cima ai desideri dei tifosi, ma questa…