mandzukic

L’uomo della terra 5 – Dybala, le plusvalenze e il disegno tecnico

L’estate. Il periodo dell’anno in cui essere l’allenatore della Juventus non è il mestiere più logorante nel piccolo universo del calcio italiano. No, in questi mesi, e Pavel Nedved e Fabio Paratici lo stanno scoprendo sulla propria pelle, essere i responsabili del calciomercato juventini deve essere una esperienza di vita in cui vivi a mille e te ne devi fottere delle reazioni istintive e talvolta anche offensive (vedere alla voce...

Continue reading...

L’uomo della Terra 4 – Non è questione di DNA

C’è stato un preciso momento della telecronaca, brutta, di Sportitalia in cui le parole di “Senza parole” di Vasco Rossi mi sono venute in mente e mi son ritrovato a canticchiare questa canzone mentre vedevo la partita. Sì, come Vasco, anche io, guardando la televisione ho avuto un’impressione ed è questa che vado a raccontare. Sono stati sufficienti pochissimi minuti per sentire dal telecronista “poco sarrismo fino a questo momento”...

Continue reading...

La nostra su: Mario Mandzukic

di Elena Chiara Mitrani Il 4 Aprile la Juventus ha annunciato il rinnovo del contratto di Mario Mandžukić, che sarà legato alla società bianconera fino al 2021, con uno stipendio annuale, riportano i siti di calciomercato, di 4.5 milioni netti più bonus. Il precedente contratto, in scadenza a giugno 2020, prevedeva un accordo di circa 4 milioni di euro annui. L’attaccante croato, classe ’86, sarà dunque legato alla Juventus fino...

Continue reading...

Quelle difficoltà senza palla

C’è un dato statistico che fotografa al meglio quanto visto sabato sera col Parma. La Juventus non subiva 3 reti in una partita di campionato dalla sfida del 19 novembre 2017 con la Sampdoria (3-2 il risultato finale a Genova). Dopo quella partita, Allegri diede un giro di vite alla squadra e nacque quella lunga sequenza di gare senza subire reti e soprattutto la rimonta sul Napoli (quello che sarebbe...

Continue reading...

Lavagnetta tattica: contraerea Mandžukić

Gli spettatori neutrali e le inseguitrici riponevano le speranze di un campionato aperto nel calendario obiettivamente complesso per la Juventus nel mese di dicembre. La capolista ha affrontato Milan, Inter, Fiorentina, Torino e Roma, ma ha dato prova di grandissima solidità vincendo tutte le sfide d’alta classifica. La qual cosa dà naturalmente più lustro al record di punti. Il minimo comune denominatore di queste vittorie è senza dubbio la contemporanea...

Continue reading...