Kantor

Corto Muso 14 – What next?

Sono passati tre mesi e mezzo dal mio ultimo corsivo; sono stati mesi difficili per tutti, credo che anche i meno sensibili siano stati colpiti dall’ondata di dolore che ci ha travolti. Io sono stato bene, nessuna tra le persone che conosco è stato coinvolto; anche mia figlia, che fa il pericolosissimo mestiere di infermiera, se l’è cavata senza danni. E adesso si ricomincia; e si ricomincia male. In pochi...

Continue reading...

Corto Muso 13 – Dance with the music

Nel mondo delle grandi società i dirigenti ballano la musica che sceglie il padrone; e nessuno è più bravo a farlo di Beppe Marotta, il più grande enunciatore di supercazzole dell’universo conosciuto. Alla Juventus le sue dichiarazioni erano diventate leggendarie, in redazione a volte ci piegavamo in due della risate cercando di trarne un senso. E ovviamente all’Inter continua a fare bene il suo mestiere, anche a costo di collezionare...

Continue reading...

Corto Muso 12 – Proactivity

Come sempre quando la Juve perde si scatena di tutto; ma a questo ho fatto il callo oramai. Tuttavia non posso fare a meno di notare che i maggiori critici di Sarri in questo momento provengono da due categorie abbastanza opposte: la categoria di quelli che si opponevano violentemente al suo ingaggio e la categoria di quelli che invece lo vedevano come il portatore di un nuovo verbo. Il che...

Continue reading...

Corto Muso 11 – Thirty Year's War

La guerra dei trent’anni (1618-1648) è stata brutta, ma brutta davvero. Ha fatto circa otto milioni di morti in un territorio corrispondente più o meno alla “Grande Germania”; questo significa che ha sterminato in media il 20% della popolazione con punte anche del 50%. Tanto per mettere la cosa in contesto, durante la seconda guerra mondiale, nonostante l’uso di armi immensamente più distruttive e una maggiore densità di popolazione, la...

Continue reading...

Corto Muso 10 – A Xmas Carol

Domenica sono stato a Torino a vedere la Juve; il fatto che giocasse alle 15 mi ha consentito di fare tutto in giornata, via treno. Una giornata un po’ lunga chiaramente, ma parecchio divertente, perchè la Juve ha giocato bene. E non date retta a quelli che dicono che con l’Udinese era facile; perchè quando la Juve ha giocato al livello dei primi 60′ ieri sera ha triturato tutti, Napoli,...

Continue reading...