• Tributi

    Wojciech Szczęsny, dal ballo alla porta

    Tra i tanti luoghi comuni del gioco del calcio, quello del portiere un po’ “pazzo” è tra i più gettonati. Per stare tra i pali, si dice, bisogna essere diversi dagli altri. Wojciech Szczęsny come gli altri non lo è mai stato. Quanti bambini, a soli 7 anni, decidono come lui di dedicarsi alla danza, passando lunghi pomeriggi nelle sale da ballo di Varsavia? «Ho ballato fino ai 10 anni» ha rivelato in un’intervista di qualche anno fa. «Ero già piuttosto alto allora, ma un po’ rigido nei movimenti. La danza mi ha aiutato ad acquisire leggerezza». Un’agilità non solo fisica ma anche mentale, grazie alla quale Szczęsny è riuscito…

  • Opinioni personali

    Perché la Juventus ha ripreso Buffon

    La Juventus ha ingaggiato le prestazioni sportive di Gianluigi Buffon. E già cosi fa strano. Fa ancora più strano pensare che la Juventus l’ha ripreso dopo l’anno che il portierone ha trascorso a Parigi. Quali sono le ragioni che hanno spinto la società a compiere una scelta, per certi versi, reazionaria? Ci sono diverse teorie accreditate. Alcuni sostengono che la Juventus abbia preso l’iniziativa e abbia contattato Buffon, altre invertono la prospettiva e vogliono lo stesso Buffon spingedere per un ritorno. A me a volte piace immaginare i dirigenti bianconeri sghignazzare e farsi beffe di tutti noi e delle innumerevoli, inutili polemiche che puntualmente si scatenano sui social ad ogni…

  • Approfondimenti,  Opinioni personali

    Dai piedi di Szczęsny

    Abbiamo parlato diffusamente e con gioia del nuovo corso tecnico e tattico della capolista. Ma della Juventus che ha abbracciato i nuovi principi di gioco di quest’inizio di stagione, Wojciech Szczęsny è forse il protagonista più silenzioso. Un po’ per indole personale, un po’ per il ruolo, il portiere polacco è stato tralasciato dai più quando si è parlato del nuovo corso tecnico, ma si è comunque reso protagonista del rinnovamento della squadra. Quando Szczęsny sbarcò a Torino per quella stagione di transizione all’ombra di Buffon, lo descrivemmo come un portiere dalle buone capacità tecniche palla al piede, e prevedemmo un contributo maggiore della sua posizione alla fase di impostazione.…

  • Schede calciatori

    La scheda di Mattia Perin

    La Juventus si è assicurata le prestazioni sportive di Mattia Perin, che passa in bianconero per circa 12 milioni di euro; ne prenderà 2.5 netti all’anno. Che tipo di portiere è, come gioca, e cosa farne. [mks_dropcap style=”square” size=”62″ bg_color=”#E6E6E6″ txt_color=”#111111″]Q[/mks_dropcap]uando la Juventus acquistò Wojciech Tomasz Szczęsny (qui la nostra scheda dell’anno scorso), era chiaro a tutti che il polacco avrebbe accettato un ruolo da comprimario per poter poi raccogliere lo scettro quando il re si fosse fatto da parte. Quello che non sapevamo era il modo in cui la società intendesse riempire la casella del secondo portiere, dato che il numero 12 dell’anno scorso è scalato in prima posizione…

  • Schede calciatori

    Wojciech Tomasz Szczęsny

    Wojciech Tomasz Szczęsny. Ho voluto introdurre il secondo nome del portierone polacco perché è senz’ombra di dubbio la cosa più semplice da ricordare per un italiano. Secondo Wikipedia però, Wojciech è un composto di due sostantivi di origine slava che significano “soldato” (voi) et “gioia” (tech). Se è facile vedere nel freddo dell’est Europa – nonché nella carriera del calciatore – un’assonanza con la prima parte del nome, la gioia si dev’essere spenta sul suo viso arcigno quando ha lasciato la Polonia a soli 16 anni per approdare all’Arsenal di Arsène Wenger. In rete fioccano i tutorial su come pronunciare il suo nome. Se non avete la lingua attorcigliata dopo…