• Tributi

    L’addio di Eniola Aluko

    Era giugno dello scorso anno quando, a un mese dalla vittoria storica del primo scudetto delle Women, la società bianconera annunciava il primo acquisto della Juventus femminile che si sarebbe affacciata per la prima volta in Champions league. Eniola Aluko stringeva quel giorno orgogliosa e sorridente la nuova maglia bianconera con qualche timore di non riuscire ad adattarsi al nostro calcio, alla nostra cultura ed integrarsi nella squadra guidata da Rita Guarino, in cui lo zoccolo duro è formato da molte delle ragazze mondiali che 12 mesi dopo, avrebbe trascinato l’Italia ai quarti di finale in Francia. Il curriculum di Eniola parlava comunque da sé con una esperienza anche nel…