Michele Tossani

Chi è Eldor Shomurodov?

L’ultima idea in casa Juve per il mercato di gennaio è quella del genoano Eldor Shomurodov. Un profilo in linea con i desiderata per il ruolo di quarta punta in bianconero. Arrivato in sordina in rossoblù nello scorso mercato estivo (7.5 milioni di euro versate ai russi del Rostov) il 25enne nativo di Jakurgan (molto vicino al confine afghano) è un profilo diverso da quello degli altri attaccanti che sono...

Continue reading...

Juventus-Fiorentina, o di una partita sbagliata

La Fiorentina sovverte ogni pronostico imponendosi per la prima volta nelal sua storia in una sfida di campionato alla Juventus giocata all’Allianz Arena (0-3). Al netto di alcuni episodi contrari (espulsione di Cuadrado dopo diciotto minuti, decisioni arbitrali relative a due rigori richiesti…) la partita ha evidenziato un netto passo indietro della Juve rispetto alle ultime convincenti prestazioni e ha anche visto il prevalere di Cesare Prandelli nella battaglia tattica fra...

Continue reading...

Perché Dybala sta facendo fatica?

Da quando Andrea Pirlo è stato chiamato ad allenare la Juventus, la questione relativa alla posizione in campo di Paulo Dybala è tornata prepotentemente al centro del dibattito (ne è mai uscita veramente?). Al Palermo, al suo arrivo in Italia, la Joya veniva impiegato da prima punta, con Franco Vázquez da no.10 alle sue spalle. Questo posizionamento ha favorito l’ascesa di un giocatore che, nelle 89 partite disputate in rosanero, ebbe a realizzare 21...

Continue reading...

Barcelona-Juventus: un punto di svolta?

La Juventus demolisce il Barça (0-3) al termine della sua miglior prestazione da quando è iniziata la nuova gestione tecnica, affidata ad Andrea Pirlo ed al suo staff. A rimarcare ulteriormente la prova offerta dai campioni d’Italia, il fatto che i blaugrana non perdevano in casa in Champions da 7 anni e 38 partite, cioè dal 2013.  Costruzione e sviluppo La Juve di ieri era impostata secondo il classico 4-4-2...

Continue reading...

Il momento della Juventus

Dopo 6 partite (4 di campionato e 2 in Champions) si può dire che, prevedibilmente, la Juventus sia ancora un cantiere aperto. Il cambio di allenatore (col passaggio da Maurizio Sarri ad Andrea Pirlo), dello staff tecnico e una preseason più corta del solito (i bianconeri hanno terminato la scorsa stagione il 7 agosto) facevano presagire delle difficoltà in avvio, fra l’altro comuni a quelle di altri club che hanno cambiato tanto...

Continue reading...