Studio

Milan-Juventus, una partita giocata bene

Dopo la vittoria in chiaroscuro contro l’Udinese, dalla Juventus ci si attendeva una prova di forza contro l’attuale capolista. La gara contro il Milan, benché incastonata in un calendario fittissimo, capita ad un buon punto del percorso intrapreso in estate e proseguito non senza alti e bassi. Insomma, per la prima volta da tanto tempo la Juventus era chiamata a dimostrare di essere ancora la miglior squadra della Serie A...

Continue reading...

La scheda di Nicolò Rovella

Nicolò Rovella è nato il 4 dicembre del 2001 a Segrate, comune di circa 36mila abitanti che sorge nella città metropolitana di Milano, ad est rispetto al centro cittadino. Nonostante una struttura non dominante e benché fosse di fatto quasi un 2002, il ragazzo ha mostrato sin da piccolissimo grande attitudine al calcio, tanto da muovere i suoi primi passi in uno dei settori giovanili più importanti della Lombardia: quello...

Continue reading...

Come è andata la Juventus con l’Udinese?

Buon anno a tutti, prima di tutto. E ben ritrovati. Andrea Pirlo, a fine partita, ha parlato della paura e dell’eccessivo timore con il quale la sua Juventus è scesa in campo per spiegare diverse difficoltà mostrate nel corso della gara. Non è certo un buon segnale. Il tecnico bianconero ha scelto di schierare la sua squadra con il consueto doppio modulo, l’ormai stabilizzato 3-5-2 in fase di possesso e...

Continue reading...

Juventus-Fiorentina, o di una partita sbagliata

La Fiorentina sovverte ogni pronostico imponendosi per la prima volta nelal sua storia in una sfida di campionato alla Juventus giocata all’Allianz Arena (0-3). Al netto di alcuni episodi contrari (espulsione di Cuadrado dopo diciotto minuti, decisioni arbitrali relative a due rigori richiesti…) la partita ha evidenziato un netto passo indietro della Juve rispetto alle ultime convincenti prestazioni e ha anche visto il prevalere di Cesare Prandelli nella battaglia tattica fra...

Continue reading...

La svolta a centrocampo?

Dalla partita con il Barcellona, la Juventus ha inanellato una miniserie di quattro partite molto convincenti dal punto di vista prestazionale. Non sono state quattro vittorie perché con l’Atalanta è uscito un pareggio, ma se il risultato è stato un po’ casuale non lo è stata di certo la prestazione, molto positiva. Un fil rouge di queste quattro partite, a mio avviso, è il progressivo abbandono dei principi di un...

Continue reading...