• Approfondimenti

    La simbiosi tra Leonardo Bonucci e la Juventus

    L’acquisto di Bonucci ha scosso un po’ tutto l’ambiente juventino. Tra chi considera l’azzurro un traditore, e chi ne ha accettato il ritorno senza problemi, si percepisce un senso di disagio, causato probabilmente dall’apparente e spesso forzata indifferenza (non necessariamente una cosa negativa) generale nei confronti del numero 19. Tuttavia, in campo, la differenza tra la Juventus con e senza Bonucci si è (ri)dimostrata notevole, e l’inizio di stagione ne ha certificato l’importanza. Nelle dodici gare disputate finora, il difensore viterbese ha mostrato in primis i noti pregi, e in secundis gli altrettanto rinomati difetti. Difetti che sono stati però ingigantiti in seguito a presunti errori, spesso giudicati più con il sentimento…

  • Approfondimenti,  Gli avversari

    Prossimi avversari – Il Sassuolo di De Zerbi

    Il Sassuolo è una delle piacevoli “sorprese” di questo inizio campionato, e per quanto si potesse immaginare che i “neroverdi” avrebbero vissuto un’annata felice, un avvio così positivo, con sette punti ottenuti nelle prime tre gare, era difficilmente pronosticabile. La rapida ascesa Di Zerbi è dovuta ad un forte credo calcistico ispirato al gioco di posizione, identificabile in tutte le squadre da lui allenate. D’altronde, lui stesso si ritiene un discepolo di Pep Guardiola (dal quale ha studiato, andando a seguire i suoi allenamenti sia a Barcellona, che a Monaco di Baviera, come se fossero lezioni universitarie), l’allenatore più vincente dell’ultimo decennio, un rivoluzionario del calcio moderno. Nel suo piccolo,…

  • Analisi tattica

    Champions League, ritorno ottavi di finale: Tottenham-Juventus 1-2

    di Kareem Bianchi La Juventus esce vincitrice da Wembley grazie ad un’intuizione di Allegri e al talento dei suoi attaccanti argentini uando il Tottenham venne estratto come avversario della Juventus agli ottavi di Champions League, l’opinione pubblica diede subito per scontato la vittoria bianconera. Eppure, come dimostrato nelle due partite valide per il passaggio ai quarti, una squadra non deve essere mai sottovalutata, soprattutto in questa competizione. Il Tottenham, al netto di alcune carenze difensive, si è dimostrata una squadra più che valida, e, dopo l’exploit nella fase a gironi, sull’onda dell’entusiasmo, ha creato numerosi grattacapi alla compagine di Allegri. Paradossalmente, forse proprio l’eccessivo entusiasmo, alla fine, è stato ciò che…

  • Analisi tattica

    27a Serie A: Lazio-Juventus 0-1

    di Kareem Bianchi La Juventus vince una partita fondamentale in ottica scudetto grazie a una giocata di Dybala all’ultimo secondo. Fino alla fine, sì, ma con diverse difficoltà. ella gara con la Lazio bisognerà venir fuori con un risultato positivo. Dobbiamo mettere in campo la miglior formazione per la partita.” Massimiliano Allegri presenta così la sfida in quel di Roma, la penultima partita di una serie di gare giocate fuori casa. Ormai si sa, la corsa verso lo Scudetto è una maratona a due: tra Napoli e Juventus. Ogni passo falso può risultare decisivo e dunque bisogna affrontare ogni partita come fosse una finale. La Lazio, reduce da un’eliminazione in Coppa Italia ai danni…

  • Analisi tattica

    23a Serie A, Juventus-Sassuolo 7-0

    di Kareem Bianchi Una Juventus nettamente superiore si libera agevolmente di un Sassuolo con una vittoria netta e rotonda. Per gli uomini d’Allegri, un’altra gara senza subire gol. arà importante prendere la partita per il verso giusto, perché veniamo da una bella gara a Bergamo e non ci devono essere cali di attenzione. Non possiamo permetterci di perdere punti”. Queste le parole del tecnico juventino alla vigilia della gara, e lo score di 7 a 0, che recita una vittoria debordante, è la riprova di un corretto approccio alla partita, come ci ha abituati negli anni la Juventus di Allegri. Il suicidio del Sassuolo Le intenzioni del tecnico ascolano erano di difendere di reparto,…

  • Approfondimenti

    La prima gioia di Pjaca

    di Kareem Bianchi La prima da titolare di Marko Pjaca nello Schalke 04 arriva dopo aver segnato nella sua prima apparizione per il club tedesco, in un’amichevole contro il Genk, e dopo uno spezzone di gara giocato da subentrante nello scontro diretto contro il RasenBallsport Leipzig. La cosa interessante è che in ambo le partite, Pjaca ha giocato in posizione di mezz’ala destra in un 3-5-2 – posizione peraltro ritenuta adatta al croato da Massimiliano Allegri. Domenico Tedesco (l’allenatore prodigio dello Schalke 04) non è insolito a cambi di posizioni radicali, avendo trasformato Max Meyer da un centrocampista principalmente offensivo in un regista. Il suo ultimo esperimento non ha però…

  • Analisi tattica

    18a Serie A: Juventus-Roma 1-0

    di Kareem Bianchi La Juventus convince seppur rischiando verso la fine, dimostrando per l’ennesima volta di aver ritrovato la propria solidità a gara di sabato sera serviva ad entrambi gli allenatori per verificare a che punto fossero le proprie squadre ed avere risposte per determinare le rispettive ambizioni. Mentre una vittoria sarebbe stata utile soprattutto al morale della Roma, oltre a dare conferme al lavoro svolto da Di Francesco, per la Juventus sarebbe dovuta essere un’ulteriore riprova della solidità ritrovata dopo la disfatta in quel di Genova. Allegri per la terza volta consecutiva ha scelto un 4-3-3 con interpreti poco convenzionali, perlomeno a centrocampo, che ha visto Szczęsny rimpiazzare Buffon…