andreagnelli

La fine del marottismo

Il 2014 mi è ritornato immediatamente in mente. Anzi, mi sembrava di essere ripiombato in quei giorni. Il delirio frenetico è lo stesso. Conte si dimette, va trovato subito un allenatore. Sarri viene esonerato, immediatamente deve essere nominato il suo successore. Nel 2019, invece, colpevolmente, questo non è successo. Queste date disegnano più cicli all’interno di questa epoca in cui l’unico comun denominatore è sempre stato Andrea Agnelli e paradossalmente...

Continue reading...